20.4 C
Milano
24. 06. 2024 22:50

Milano-Cortina, cosa lasceranno in eredità i Giochi alla montagna?

Il sottosegretario Rossi: «I Giochi determineranno una svolta per la Lombardia e per la nostra montagna in particolare»

Più letti

Mancano meno di quattro anni all’arrivo dei Giochi Olimpici di Milano-Cortina 2026. Pur tra le difficoltà successive alla nomina che hanno ritardato l’inizio di alcuni lavori infrastrutturali, gli enti locali e la Fondazione continuano a lavorare per arrivare pronti all’appuntamento a cinque cerchi.

Milano-Cortina 2026, le parole di Antonio Rossi a Venezia

Uno degli interrogativi riguardo a Milano-Cortina è legato all’eredità che l’Olimpiade lascerà. Una risposta ha provato a darla oggi Antonio Rossi, sottosegretario della Regione Lombardia con delega ai Grandi eventi. «I territori lombardi otterranno benefici tangibili dagli investimenti messi in campo in ottica Olimpiadi Milano-Cortina 2026 e non solo. Sosteniamo in maniera concreta il turismo green e lavoriamo per la promozione e la salvaguardia dei nostri territori», ha dichiarato durante il convegno ‘Verso la transizione ecologica’ che si è tenuto nell’ambito del Salone nautico di Venezia.

milano-cortina

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

«I progetti della Lombardia verso la transizione ecologica non sono solo legati alle Olimpiadi di Milano-Cortina 2026 – ha continuato Rossi – ma anche al grande mondo del turismo montano ecologico. L’impegno sinergico degli enti coinvolti e le opere finanziate in vista dei Giochi 2026 determineranno una svolta per la Lombardia e per la nostra montagna in particolare. Ciò che sarà realizzato, a livello di progettualità e infrastrutture, resterà in eredità ai territori e sarà un grande volàno di sviluppo».

In breve

FantaMunicipio #35: con il Comune storia di gerarchie e di ascolti a metà

Piscina Scarioni e Chiaravalle: due ambiti per cui è interessare esaminare le mosse del Comune e il ruolo del...