14.5 C
Milano
03. 02. 2023 17:44

«Non aprite o saranno guai», minacce per un campeggio in vista della riapertura

I titolari di un campeggio nel bresciano si sono visti recapitare una lettera intimidatoria: «Non aprite ai lombardi o saranno guai»

Più letti

«Non aprite il campeggio ai lombardi o saranno guai», questo è il messaggio minatorio che si son visti recapitare i titolari del Camping Pilù di Anfo in provincia di Brescia.

Minacce. Sono stati gli stessi titolari del campeggio sul lago d’Idro, Daniele e Claudia Foglio, a denunciare attraverso un gruppo Facebook, la lettera intimidatoria. Il testo riportava testualmente: « Se pensate di fare arrivare dalla Lombardia infetta dal corona 300 o 400 persone che vanno nella vostra piscina, nel bar, nei gabinetti e doccie (docce, ndr) a infettarsi a vicenda e poi girare nel nostro paese avete sbagliato. Non aprite o saranno guai!».

lettera minatoria camping anfo

È scattata immediatamente la condanna unanime da parte del sindaco del piccolo paese e di tutti i concittadini, i quali hanno espresso solidarietà alla coppia di titolari.

In breve

FantaMunicipio #18: chiusura di due uffici anagrafe e la risposta dei Municipi

La chiusura di due uffici anagrafe del Comune, quelli in via Boifava (Municipio 5) e in via Passerini (Municipio...