23.7 C
Milano
20. 06. 2024 04:06

Morte Luca Ruffino, i primi accertamenti: «Non aveva una grave malattia ma…»

Ecco cosa emerge dagli ambienti giudiziari e dalle persone vicine alla famiglia Ruffino

Più letti

Emergono nuovi e importanti dettagli sulla morte Luca Ruffino, il presidente di Visibilia Editore che si è tolto la vita lo scorso sabato sera, nel suo appartamento di Milano, con un colpo di pistola (da lui regolarmente detenuta). Secondo i primi accertamenti inerenti all’indagine in corso sul suicidio dell’uomo, sembra che gli non soffrisse di una qualche grave malattia, come era emerso inizialmente.

Morte Luca Ruffino: le ultime novità

Se da un lato negli ambienti giudiziari si diffonde la notizia sulla presunta assenza di una grave malattia, le persone vicine all’imprenditore riferiscono che, proprio negli ultimi giorni, egli sembrava essere particolarmente abbattuto. Queste voci sulla morte Luca Ruffino, di fatto, non fanno altro che confermare la pista del suicidio. Pista che gli inquirenti avevano seguito sin dall’inizio.

Morte Luca Ruffino
Luca Ruffino

Il manager, spiegano fonti legate alla famiglia Ruffino, negli ultimi giorni, sarebbe apparso molto giù di morale. D’altronde l’ultima chiamata fatta dal presidente di Visibilia Editore alla compagna aveva destato grandissima preoccupazione, tanto che lei aveva avvertito Mirko, il figlio, chiedendogli di mettersi in contatto con il padre.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Mirko però non aveva ricevuto alcuna risposta e dunque si era recato nell’appartamento di Milano dove egli viveva, in zona Bocconi. Una volta entrato, purtroppo, aveva trovato il padre senza vita, nella camera da letto.

Chi era Luca Ruffino

Da ottobre scorso Ruffino era diventato presidente della società Visibilia Editore, subentrando all’attuale ministra del Turismo Daniela Santanchè. Oltre a ciò, il manager risultava essere fondatore, presidente e amministratore delegato di Sif Italia, società di amministrazione e gestione di patrimoni immobiliari.

Al momento Visibilia si trova al centro di una importante vicenda giudiziaria, che coinvolge appunto anche la ministra di Fratelli d’Italia, la fondatrice dell’azienda. È bene però precisare che nell’inchiesta in corso Luca Ruffino non risulta essere indagato né coinvolto.

In breve

FantaMunicipio #35: con il Comune storia di gerarchie e di ascolti a metà

Piscina Scarioni e Chiaravalle: due ambiti per cui è interessare esaminare le mosse del Comune e il ruolo del...