3.1 C
Milano
07. 12. 2022 10:56

La Questura di Milano “silenzia” la Curva Nord dell’Inter

Quattro ultras sono stati raggiunti da Daspo che vanno da uno a 5 anni

Più letti

Dopo lo svuotamento forzato della curva Nord dell’Inter sabato scorso, all’arrivo fra i tifosi della notizia dell’omicidio di Vittorio Boiocchi, storico capo ultrà, la Questura di Milano ha deciso di “silenziarla”. La questione era nata il giorno dopo la partita di San Siro fra Inter e Sampdoria: sui social era esplosa la polemica.

Curva Nord senza striscioni e tamburi: il provvedimento

La decisione è stata presa dal Gruppo operativo di sicurezza della Questura, anche su indicazione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. La curva Nord dell’Inter potrà anche essere piena di tifosi ma per la partita contro il Bologna del prossimo 9 novembre alle 20.45 allo stadio Meazza, non potranno entrare striscioni, bandiere, megafoni e tamburi. Quattro ultras sono stati raggiunti da Daspo che vanno da uno a 5 anni. Il divieto ha un carattere di unicità per la modalità scelta, in passato era stato deciso di “chiudere” la curva in risposta a gesti razzisti nei confronti dei calciatori.

Inter

Intanto, il procuratore di Milano Marcello Viola, che coordina temporaneamente anche il pool antiterrorismo, ha aperto un fascicolo conoscitivo, senza ipotesi di reato né indagati al momento, sui fatti che hanno portato allo svuotamento della Curva Nord dell’Inter. Si attendono sviluppi.

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...