3.7 C
Milano
21. 01. 2022 00:01

Sala ricorda l’11 settembre: «Milano e gli Stati Uniti sono uniti da visioni comuni»

Questa mattina la commemorazione della tragedia dell'11 settembre: presente il sindaco Sala, il prefetto Saccone ed il console americano

Più letti

Anche Milano ha voluto ricordare quest’oggi i vent’anni dall’attentato dell’11 settembre. Lo ha fatto nell’omonima piazza del capoluogo meneghino ponendo alcune corone di fiori in ricordo delle vittime della tragedia. A presenziare l’evento il primo cittadino, Beppe Sala, il prefetto, Renato Saccone e il console americano a Milano, Robert Needham.

Sala: «L’11 settembre eravamo tutti americani»

«Milano, Medaglia d’Oro della Resistenza e custode della lotta partigiana, riafferma oggi la sua più profonda solidarietà e vicinanza agli Stati Uniti d’America, – ha dichiarato Sala nel suo discorso – la nazione che più ci ha aiutato a liberarci dall’orrore nazifascista, e che per merito dell’alleanza Nato da 72 anni tutela la nostra sicurezza e la nostra libertà».

Agenzia Fotogramma

Il primo cittadino ha colto l’occasione per ribadire la vicinanza ideologica tra due grandi metropoli come New York e Milano. «L’11 settembre del 2001 eravamo tutti americani, e a distanza di 20 anni lo siamo ancora di più, perché New York City e l’America sono il motore di un mondo libero, democratico e aperto. – ha sottolineato il sindaco -. Milano e l’Italia sono unite con gli Stati Uniti da valori e visioni comuni, e il dolore di questo anniversario è parzialmente lenito dall’amicizia profonda che ci lega. Milano e New York City sono metropoli dinamiche, che credono nell’apertura e nell’accoglienza. Per la nostra città la capacità di New York City di far convivere persone di diversa etnia, religione o cultura e dare loro uno spazio di idee e azioni per realizzare i loro sogni è un modello di enorme ispirazione».

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...