4.4 C
Milano
01. 12. 2022 00:24

«Sculture al vento», cos’è la spettacolare installazione in piazza Gae Aulenti

Le due opere, dinamiche e interattive, saranno visibili fino al 25 settembre

Più letti

In occasione del lancio di Sky Glass, la prima televisione della pay-tv, la società ha svelato le ‘Sculture al vento’ di Janet Echelman, due installazioni artistiche urbane della scultrice statunitense, un progetto ideato e realizzato da US UP & Below The Line.

«Sculture al vento», quando vederle

Le due opere, dinamiche e interattive, si trovano in piazza Gae Aulenti: modificandosi con il vento e con la luce, le sculture si trasformano dall’essere un oggetto da guardare in un’esperienza in cui perdersi. Sospese in aria di oltre 30 metri, composte di fibra riciclabili di nylon e politene e con illuminazione colorata, le ‘Sculture al vento’ resteranno a Milano fino al 25 settembre.

Echelman: «Milano capitale mondiale del design»

«Sono felice di poter condividere la mia arte con i milanesi perché questa è la capitale mondiale del design e una cultura di grande raffinatezza estetica – ha dichiarato Janet Echelman -. Sono entusiasta di condividere non una, ma due sculture monumentali della mia serie Earthtime, che esplora l’interconnessione dell’umanità e dei sistemi fisici della nostra Terra».

L’arte degli opposti

«La mia arte – ha spiegato l’artista – esprime simultaneamente gli opposti: flessibilità con forza, terra con cielo, cose che possiamo controllare con le forze al di là di noi. Invito gli spettatori a fermarsi sotto le ‘Sculture al vento’ e osservare il modo in cui cambiano con il vento e la luce: un momento per contemplare la nostra connessione reciproca e con il nostro pianeta e per diventare consapevoli della nostra esperienza sensoriale».

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...