24.6 C
Milano
20. 05. 2022 22:01

Turismo a Milano, cinesi e russi addio: nuovo mix di nazionalità

La ricerca di Global Blue mostra una differenza nei flussi in città

Più letti

Il turismo a Milano sta cambiando volto. La buona notizia è che il settore è in ripartenza, dopo le difficoltà dovute al Covid e a certificarlo sono i dati di Global Blue, società leader nel settore del Tax Free Shopping.

Turismo a Milano, come stanno cambiano i flussi

Grazie a uno speciale osservatorio sui flussi internazionali in ingresso nella città, l’azienda ha registrato un primo trimestre del 2022 con un trend positivo per gli arrivi in Italia, soprattutto da parte dei cittadini che non fanno parte dell’Unione Europea. In particolar modo a Milano il tasso di recovery della spesa tax free è in recupero rispetto al 2019, con un cambio nelle nazionalità dominanti. Non più cinesi e russi, bensì americani e arabi, che insieme rappresentano oltre un terzo degli acquisti tax free nel capoluogo lombardo.

turismo a milanoTra le nazionalità emergenti anche i cittadini del Regno Unito, abilitati al Tax Free Shopping dal 2021 con l’arrivo della Brexit, e quelli di Israele. che hanno incrementato i livelli rispetto al 2019. L’82% delle vendite riguarda il settore Fashion&Clothing, solo il 15% il Watches&Jewellary. Il 57% delle spese tax free è arrivato dal Quadrilatero della moda, con uno scontrino medio di 2.054 euro.

I dati sono stati presentati nella nuova Lounge milanese di Global Blue. Proprio in Lounge sono stati confermati i progressi a livello di vendita: +57% di ingressi giornalieri da febbraio a marzo con uno scontrino medio nel primo trimestre di 1.702 euro.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...