20.6 C
Milano
17. 05. 2022 03:13

Violenze di Capodanno in Duomo, ascoltate ancora le vittime

Per l'inqualificabile vicenda delle violenze di Capodanno in Duomo proseguono le indagini della magistratura

Più letti

Anche ieri, in occasione della nuova convocazione, hanno ribadito quanto successo quella notte, raccontando le violenze di Capodanno in Duomo davanti al gip. E’ attesa per la svolta nelle indagini, proseguono le deposizioni da parte dei protagonisti.

Violenze di Capodanno in Duomo: cos’era successo

Circondate e aggredite sessualmente: questo il racconto di alcune delle ragazze vittime della furia del branco, un’orda di giovani che le ha costrette a subire abusi a volte anche per venti minuti. Davanti al gip è iniziato l’incidente probatorio, che proseguirà anche il 6 maggio, per cristallizzare le loro dichiarazioni già rese, assieme ai riconoscimenti fotografici, in vista del processo. Sono state sentite anche quattro amiche che subirono abusi vicino alla Galleria Vittorio Emanuele II e due ragazze che con lo stesso schema furono aggredite all’angolo con via Mazzini. Tra le vittime, in totale una decina, anche due turiste tedesche.

Violenze di Capodanno in Duomo

Intanto in carcere, in attesa del processo, sono già finiti Mahmoud Ibrahim, 18 anni, fermato a Milano, e Abdallah Bouguedra, 21enne di Torino. Per la vicenda anche la magistratura minorile ha disposto l’arresto di un 16enne egiziano senza fissa dimora e di un connazionale 17enne con permesso di soggiorno.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...