nuove telecamere in area b
nuove telecamere in area b

Nessuna retromarcia: da domani l’Area B sarà interdetta ai veicoli diesel Euro 4. Attiva dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30 (esclusi i festivi), la più grande zona a traffico limitato d’Europa entrerà nella fase più “calda”. Secondo le stime del Comune, significa che ad essere interdetti saranno almeno 84mila auto in più rispetto ad oggi.

 

Non solo. Scatterà il divieto anche per ciclomotori e motocicli a gasolio Euro 0 e 1. E ci sarà qualche nuova limitazione alla voce “deroghe”, visto che da domani non avranno più il via libera gli Euro 3 a gasolio di medici di base e pediatri di famiglia impegnati in visite domiciliari, quelli dei militari che vivono in caserma e dei turnisti che iniziano prima delle 7.00 o finiscono dopo le 21.00.

euro 4
Dodici nuovi varchi videosorvegliati

Varchi. Fino ad oggi erano quindici le telecamere attive poste ai confini della Ztl. A queste si aggiungeranno dodici nuovi varchi videosorvegliati, con un ritmo di una dozzina di accensioni ogni mese. L’obiettivo è arrivare a fine anno a 78 accessi collegati al “cervellone”, in attesa che si chiuda la gara relativa all’ultimo lotto che nel 2020 completerà la copertura di tutti gli oltre 180 punti d’accesso intorno a Milano.

Deroghe. Ai veicoli in divieto da domani sarà concessa una deroga consistente in 50 giorni, anche non consecutivi, di accesso e circolazione in Area B da utilizzare nel periodo di dodici mesi compreso tra il 1° ottobre 2019 ed il 30 settembre 2020.

I veicoli soggetti al divieto di accesso e circolazione alla data di avvio della regolamentazione Area B, potranno continuare ad usufruire delle 50 giornate di deroga, già riconosciute al 25 febbraio 2019, fino al 24 febbraio 2020. Ad esaurimento del bonus sarà possibile accedere alle richieste di permessi nella misura di 25 giornate (per residenti ed imprese con sede operativa in Milano) o di 5 giornate fino al 30 settembre 2020. Info aggiornate su comune.milano.it.

FAQ

In quali giorni e orari è in vigore Area B?
Area B è attiva dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30. Area B non è attiva sabato e nei giorni festivi.

Quali sono le vie e i confini di Area B?
Area B include gran parte del territorio cittadino, delimitata, a regime, da 186 varchi d’accesso.

E’ previsto un tagliando d’ingresso?
A differenza di Area C, applicata solo nel perimetro della Cerchia dei Bastioni, Area B non è soggetta al pagamento di un ticket d’accesso.

Le telecamere ai varchi rilevano solo l’entrata o anche l’uscita da Area B?
Il sistema di telecamere rileva solamente le targhe dei veicoli in entrata, tuttavia la disciplina vieta non solo il transito ai varchi ma anche la circolazione dinamica, ovvero il movimento del veicolo, all’interno di Area B e verso l’esterno.

Accedendo in Area B prima delle 7.30, è possibile uscire senza incorrere in sanzioni?
E’ possibile accedere prima delle 7.30 con i veicoli in divieto di accesso in Area B. Successivamente a tale orario e fino alle 19.30 non è possibile circolare all’interno della zona a traffico limitato e verso l’esterno.

I PARCHEGGI DI INTERSCAMBIO FUORI DA AREA B

Bisceglie M1 (feriale 5.30–1.00; festivo 6.00-1.00)

Cascina Gobba M2 (feriale 5.30–1.00; festivo 6.00–1.00)

Cologno Nord M2 (sempre aperto)

Comasina M3 (sempre aperto)

Famagosta M2 (feriale 5.30-1.00; festivo 6.00–1.00)

Gessate M2 (sempre aperto)

Molinetto di Lorenteggio Tram 14 (sempre aperto)

Molino Dorino M1 (feriale 5.30-1.00; festivo 6.00–1.00)

Ornato Parco Nord Tram 4

Quarto Oggiaro Quarto Oggiaro Trenord (sempre aperto)

San Donato Emilia M3 (feriale 5.30-1.00; festivo 6.00-1.00)

San Donato Paullese M3 (feriale 5.30–1.00; festivo 6.00-1.00)

move-in
Move-in, nuova idea dalla Regione Lombardia

La linea più soft
La Regione Lombardia lancia MoVe-in
Si chiama MoVe-In. E’ una scatola nera che monitora (nel rispetto della privacy) i chilometri percorsi da un veicolo, introdotta dalla Regione Lombardia. Una volta installato sul veicolo, il dispositivo rileverà i chilometri percorsi e lo stile di guida, attraverso un collegamento geolocalizzato, incentivando anche ad una guida virtuosa attraverso degli ecobonus chilometrici per gli autisti più “green”.

Per chi aderirà a MoVe-in le limitazioni alla circolazione non scatteranno più in funzione dell’orario e del giorno settimanale, ma solo a seguito dell’esaurimento del chilometraggio permesso a ciascuna tipologia di veicolo. In Lombardia sono circa 1,3 milioni i mezzi già colpiti da limitazioni (dai benzina euro 0 ai diesel Euro 0,1,2 e 3) che potranno beneficiare di bonus in base al grado di inquinamento del veicolo: si parte da mille chilometri per i benzina Euro 0 fino ai novemila chilometri dei diesel euro 3 commerciali leggeri e pesanti. Per info è opportuno consultare il sito regione.lombardia.it.

In arrivo nuovi incentivi
Pacchetto pronto da metà ottobre
Sarà pubblicato in questi giorni il bando che consentirà, a partire dal 15 ottobre, di presentare le domande per accedere al contributo, fino a 8.000 euro, per la sostituzione dei veicoli inquinanti. Per il periodo 2019-2020 la Regione Lombardia ha stanziato 26,5 milioni di euro: 8,5 milioni di euro sono destinati alle imprese e 18 milioni ai cittadini.

«Questa rivoluzione – ha spiegato l’assessore all’Ambiente, Raffaele Cattaneo – deve passare attraverso un cambio di paradigma: l’auto elettrica deve diventare parte di un nuovo modello di trasporto che riduca il numero di veicoli in circolazione e questo passa inevitabilmente per la condivisione».

I destinatari. Potranno beneficiare degli incentivi i soggetti privati residenti in Lombardia che radiano per demolizione un autoveicolo per il trasporto persone a benzina fino ad Euro 2 o diesel fino ad Euro 5 in cambio di un’autovettura a bassissime emissioni di inquinanti. E’ necessaria inoltre la presenza, sul contratto d’acquisto del nuovo autoveicolo, di uno sconto di almeno 12 per cento sul prezzo di listino oppure in alternativa per i soli veicoli elettrici puri di un importo pari ad almeno 2.000 euro.

I contributi. Il beneficio varierà da 2.000 a 8.000 euro a seconda dei valori emissivi per i mezzi dei privati. Per quanto riguarda i veicoli destinati alle imprese i contributi varieranno da 2.000 a 20.000 euro a seconda della categoria emissiva del veicolo.

Flashmob in piazza Duomo
Un respiro collettivo con Paola Lattanzi
Cittadini per l’Aria promuovono domani, alle 18.30, in piazza Duomo, un flashmob anti-inquinamento. Poche le regole per chi vorrà partecipare, rigorosamente indossando una maglia bianca. L’arista Paola Lattanzi si posizionerà al centro della piazza, coi partecipanti attorno per mettere in scena un respiro collettivo di un minuto. Al termine comincerà la performance dell’artista: una danza al termine della quale tutti si sdraieranno a terra. Maggiori informazioni su cittadiniperlaria.org.


www.mitomorrow.it