La festa degli innamorati è appena trascorsa. È passato il periodo di cuori, fiori e regali. Ma se è vero che è difficile gestire questa ricorrenza, ancor più complesso è capire come sopravvivere al post San Valentino. A svelare trucchi e misteri dell’amore è Davide Schioppa, life e love coach milanese che propone alcuni esercizi per aiutare le coppie a ritrovare armonia. In occasione di un viaggio, prima della partenza, Schioppa consiglia ad esempio di scrivere su alcuni post-it le esperienze che si vorrebbero vivere con il partner durante la vacanza e nascondere i bigliettini nella sua valigia. Un secondo suggerimento consiste nell’appuntarsi ogni giorno, sempre durante un viaggio o un weekend fuori porta, tre cose belle della giornata trascorsa e scambiarsi i quaderni al ritorno.

Davide, qual è lo scopo degli esercizi?
«Anche se possono sembrare molto semplici, sono fondamentali per allenare la capacità di dialogo e l’assenza di giudizio all’interno della coppia. Una coppia senza dialogo e una coppia in cui regna sovrano il giudizio sono destinate a non durare nel tempo, a morire».

Nei tuoi lavori si parte dall’importanza del viaggio in coppia e del tempo da dedicare all’altra persona. Come mai?
«La risorsa più rara che l’uomo ha in natura è il tempo, da sempre. Non sappiamo quanto ce n’è concesso. Per questo dedicare del tempo alle persone a cui teniamo è il regalo più prezioso che possiamo fare. Sprechiamo troppo tempo dietro cose troppo futili o fintamente importanti. Torniamo a mettere al centro del nostro tempo noi stessi e tutto ciò che ci fa stare bene. L’amore, se vero e sano, dovrebbe rientrare tra le cose che ci fanno stare bene».

Come capirlo concretamente?
«Un viaggio potrebbe essere una buona occasione per riscoprire o rafforzare un amore. Nel caso in cui la coppia sia affiatata, una piccola vacanza potrebbe consolidare ancor di più il rapporto. Mentre nel caso in cui la coppia stia vivendo un momento di stallo, assolutamente normale all’interno di una relazione, potrebbe essere l’occasione giusta per ritrovare l’armonia e dare una scossa positiva al rapporto. È sufficiente anche un weekend, l’importante è che siano giorni dedicati solo a noi e al partner».

Come si può fare in modo che San Valentino non diventi qualcosa di cui ricordarsi un solo giorno all’anno?
«San Valentino è una terribile farsa soprattutto se si festeggia solo ed esclusivamente il 14 febbraio e poi per i restanti 364 giorni dell’anno si è prigionieri di un amore finto, malato oppure sbagliato. Molto meglio festeggiare un bel Non-San Valentino un giorno a caso dell’anno, come ci insegna il Cappellaio Matto in Alice nel Paese delle Meraviglie. Di sicuro in questo modo riusciremo a stupire il partner».

Milano può definirsi città degli innamorati?
«Milano è senza dubbio una città di cui innamorarsi e una città in cui innamorarsi. Sono un inguaribile romantico e credo che l’amore vinca sul business. Anca a Milàn».

DECALOGO DELL’AMORE
secondo Schioppa

1 Onestà. Sii sempre onesto con te stesso. La menzogna, soprattutto verso se stessi, non porta da nessuna parte

2 Chiarezza. Sii chiaro in quello che dici. L’altra persona viene definita tale appunto perché “l’altra”. Ha quindi un modo diverso di vedere le cose, di capirle e di pensarle

3 Coerenza. Sii coerente in quello che fai. La coerenza è importante in qualsiasi tipo di rapporto

4 Autostima. Ama il partner più che puoi, ma non smettere mai di amare te stesso. L’amore deve partire sempre prima da noi. Come puoi amare un’altra persona se prima non ami te stesso?

5 Cambiamenti. Non cercare di cambiare il partner. Non è possibile! Pensare di poter cambiare una persona è solo un’illusione. E perché voler cambiare chi si è scelto di amare?

6 Solidità. Allo stesso modo, non cercare di cambiare te stesso. Tu sei tu e sei fatta/o così. Se qualcuno vuole cambiarti per modellarti a suo piacimento è sintomo di un amore già sbagliato in partenza

7 Giudizio. Non giudicare e non lasciarti giudicare. Il giudizio è l’arma che mette fine a ogni relazione. Sostituite il giudizio con un confronto. Comunicate, dialogate ma non giudicate e non fatevi giudicare. Mai

8 Fantasie. Non aver paura di confessare le tue fantasie, qualunque ma non a chiunque. Le fantasie fanno parte dell’essere umano. Se siamo all’interno di una coppia condividiamole, scopriamoci verso il partner

9 Scuse. Chiedere scusa quando si sbaglia non ha controindicazioni mediche. Questo vale in tutte le relazioni. Scusarsi non è sintomo di debolezza ma di intelligenza

10 Consigli. Non ascoltare mai i consigli di amici e parenti, ma presta attenzione a quello che senti tu stesso, senza mentirti. Le terze persone non possono sapere le dinamiche del vostro rapporto e sicuramente il loro parere è influenzato dall’affetto che provano verso di voi

mitomorrow.it