26.7 C
Milano
18. 09. 2020 12:55

L’Istituto Comprensivo di via Maffucci ha riaperto per il progetto cinema: «I ragazzi ci tenevano tantissimo»

La preside Barbirato: «Non sono stata temeraria, ma consapevole che i limiti erano molto forti e dovevamo tutelare tutti dai possibili rischi»

Più letti

Da oggi Annalisa è Nuda: «Smettiamola di mostrare solo la parte sorridente»

«Ho voluto davvero mettere l'accento sulle imperfezioni e la fragilità, oltre che sulle insicurezze che abbiamo tutti. Sui social...

Quartieri più vivibili: è (urbanistica) tattica

Cantieri di urbanistica tattica sempre in corso. A pochi giorni di distanza dall’inaugurazione del nuovo spazio pedonale di via...

Milano si candida ad ospitare il G20 della Salute

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato che il G20 della Salute si terrà nel...

Laura Barbirato, dirigente scolastico del complesso milanese Bodio-Guicciardi-Maffucci, ha riaperto le porte di uno dei suoi istituti per permettere ai ragazzi di terza media, che avevano aderito al progetto cinema, di portare a termine il cortometraggio che stavano registrando. Progetto portato avanti online durante il lockdown, ma rimasto incompiuto a causa dell’emergenza.

L’Istituto Comprensivo di via Maffucci ha riaperto per il progetto cinema: «I ragazzi ci tenevano tantissimo»

«I ragazzi ci tenevano tantissimo, la pressione è venuta da loro, molti dei quali hanno portato proprio cinema all’esame. – fa sapere la preside – Non sono stata temeraria, ma consapevole che i limiti erano molto forti e dovevamo tutelare tutti dai possibili rischi. Poi, visto che eravamo tutti d’accordo, dai genitori agli insegnanti, ho pensato che fosse il caso di farlo perché a settembre sarebbe stato più difficile con la dispersione dei ragazzi in altre scuole».

Ripartire. Ora La rinnovata commedia, il cortometraggio dei ragazzi, è finito ma realizzarlo non è stato semplice, racconta la Dottoressa Barbirato: «Mi sono fatta carico di tutte le responsabilità. Per 15 giorni sono stata in apprensione, ma poi questa esperienza mi ha rassicurata sulla ripresa di settembre, che ora vivo in maniera meno ansiogena. Possiamo ricominciare il più normalmente possibile, perché vivere a distanza vuol dire dimenticare il tessuto sociale della scuola».

In breve

Al Pime c’è il Congressino

19 e 20 settembre torna l'annuale e tradizionale Congressino del PIME (via Mosè Bianchi 94 a Milano), con laboratori...

Quartieri più vivibili: è (urbanistica) tattica

Cantieri di urbanistica tattica sempre in corso. A pochi giorni di distanza dall’inaugurazione del nuovo spazio pedonale di via Pacini (da piazzale Piola all’incrocio...

Milano si candida ad ospitare il G20 della Salute

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato che il G20 della Salute si terrà nel 2021 in Italia. Le città...

#strongertogether, Milano e Firenze unite con la ripartenza delle fiere della moda

La Milano della moda riparte. O almeno prova a farlo. Alleandosi con Firenze. Con l'hashtag #strongertogether, le due città si uniscono dal 19 al...

Al Pime c’è il Congressino

19 e 20 settembre torna l'annuale e tradizionale Congressino del PIME (via Mosè Bianchi 94 a Milano), con laboratori per ragazzi, animazioni, musica, presentazioni...

Potrebbe interessarti