20.4 C
Milano
24. 06. 2024 22:37

MuseoCity sotto una nuova luce, Silvia Adler: «Il nostro patrimonio artistico è un caleidoscopio di colori»

Torna la manifestazione dove in tre giorni la città riscopre oltre 110 tra enti pubblici e privati, un record

Più letti

Riparte Milano MuseoCity, la manifestazione promossa dal Comune di Milano in collaborazione con Associazione MuseoCity, che giunge alla sua settima edizione con numeri da record: sono ben 110 i partecipanti tra musei pubblici e privati – tra centro e periferia – di arte, storia, scienza e design, riuniti nella loro apertura coordinata pensata per dare la possibilità ai cittadini di immergersi in un unico, grande, museo.

Torna MuseoCity: in tre giorni la città riscopre oltre 110 tra enti pubblici e privati

Da oggi, fino a domenica 5 marzo, sono in programma visite straordinarie, tour guidati, mostre ed eventi speciali, conferenze e laboratori, per adulti e bambini. Il tema scelto per questa edizione è “La Luce dei Musei”.

In occasione della manifestazione sono due le esposizioni gratuite che aprono le porte proprio oggi a Palazzo Reale. La prima, A casa del Viceré. Eugenio di Beauharnais nella Milano napoleonica, sarà aperta fino al 4 giugno e proporrà un approfondimento sull’arte, il gusto e la moda in epoca napoleonica negli ambienti della corte del Vicerè d’Italia. Fino al 2 aprile, invece, si potrà visitare TRE-DI-CI. Sguardi sui musei di Lombardia, rassegna fotografica su tredici musei lombardi.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Sempre a Palazzo Reale, in Sala Conferenze, si terrà – domani alle 10.30 – il convegno Altri Mondi sono possibili, che indagherà in che modo oggetti, dipinti, sculture e macchinari comunicano, emozionano e ispirano le persone, portandole a immaginare altri mondi possibili. Per il programma completo si può visitare il sito museocity.it.

 

 

La project manager Silvia Adler: «Far conoscere i musei e il loro patrimonio culturale»

«Abbiamo affrontato il tema della luce nella sua interdisciplinarità, non solo come luce artificiale, ma anche quella naturale, paradisiaca, eterea» Silvia Adler, project manager di MuseoCity, descrive così il filrouge dell’edizione 2023 della manifestazione.

 

Museocity

Qual è la “mission” di Museocity?
«Far conoscere i musei e il loro patrimonio culturale, rendendoli più interessanti, anche grazie all’introduzione di attività magari insolite per un museo, come un momento di mindfulness».

Quelle da non perdere?
«La lampada di Mendini conservata presso Casa Museo Boschi Di Stefano, che porta il nome di un razzo. Anche l’opera dell’Archivio Fausta Squatriti presenta un aspetto affascinante nel suo acciaio specchiante, tra colori e luce. Oppure i neon della Casa della Memoria ispirati alle parole di Primo Levi, Liliana Segre e altri autori».

Ѐ record di istituzioni aderenti alla manifestazione. Quali partecipano per la prima volta?
«Il Museo Arte e Scienza, che debutta con un laboratorio sull’impiego delle varie lunghezze d’onda; il MUSA, il primo Museo Universitario delle Scienze Antropologico Forensi per i Diritti Umani in Europa; la visita – già sold-out – al Fondo inedito di Franca Valeri, all’Accademia dei Filodrammatici; il MusAB – Museo dell’Osservatorio Astronomico di Brera che inaugura una nuova modalità di visita in Realtà Aumentata».

Altre novità?
«L’iniziativa “Dialoghi”, che consentirà ad alcune istituzioni milanesi di accogliere nei propri spazi, secondo specifiche affinità, opere provenienti da altre province lombarde. Una vetrina che ha la finalità di allargare il parterre dei partecipanti alla tre giorni milanese in un’ottica di “rete”. Torna anche Museo Segreto, il percorso curato da Federica Giacobello, che suggerisce al pubblico itinerari inediti alla scoperta di 72 opere “segrete”, tutte legate al tema della luce».

E per i bambini?
«Sabato il Museo Bagatti Valsecchi condurrà una visita guidata e attività sulle ombre cinesi grazie a oggetti del Rinascimento; domenica Fondazione Stelline propone un laboratorio sulla trasparenza e sul rapporto luce-colore, ma molto interessanti sono anche le proposte di HangarBicocca e Leonardo3 Museum. Una chicca sarà Programma un robot, domenica presso STEP FuturAbility District».

In breve

FantaMunicipio #35: con il Comune storia di gerarchie e di ascolti a metà

Piscina Scarioni e Chiaravalle: due ambiti per cui è interessare esaminare le mosse del Comune e il ruolo del...