4.9 C
Milano
30. 11. 2022 21:33

Milano: una mappa ti dice quanto è inquinata la strada dove vivi

I bambini i soggetti più esposti, parlano i numeri

Più letti

Una mappa, interattiva, per dirti quanto è inquinata la strada di Milano nella quale vivi. E, di conseguenza, quanto e cosa rischi a livello di salute. Se volete scoprirlo anche voi, non dovete fare altro che cliccare questo link per valutare la qualità dell’aria nella scuola, o nella via in cui si vive o lavora.

Milano, quanto è inquinata la strada dove viviamo

Non arrivano buone notizie. Le oltre mille scuole del Comune di Milano – asili nido, materne, elementari, primarie e secondarie, pubbliche e paritarie – sono esposte a concentrazioni di biossido di azoto (NO2) che superano la soglia indicata dalle linee guida sulla qualità dell’aria dell’Organizzazione Mondiale per la Salute. Oltre la metà supera addirittura il limite di legge stabilito. I dati dell’analisi dell’associazione Cittadini per l’aria, che ha mappato i valori di inquinanti che gli oltre 200.000 studenti milanesi sono costretti a respirare oggi giorno, non lasciano dubbi: «Aria tossica che – si legge – è nociva per lo sviluppo dei bambini e che, per quasi 110.000 di essi, ha, vicino a scuola, addirittura concentrazioni fuori legge».

Una Milano fuorilegge

Dati che portano, con l’esposizione cronica al livello di inquinamento stimato, all’aumento del rischio di mortalità e di infarto per gli adulti e, per gli indirizzi scolastici, l’incremento di incidenza di asma e di patologie respiratorie nei bambini: «Per loro, secondo una letteratura ormai consolidata, anche l’esposizione a breve termine porta stati infiammatori patologici delle vie aeree, ricoveri, crisi e insorgenza di asma e bronchioliti oltre che impatti neurologici che determinano una alterazione delle funzioni cognitive. L’inquinamento colpisce soprattutto i più deboli: i bambini ancora nel grembo della mamma riducendo la loro crescita, i bambini nei primi anni di vita aumentando la frequenza d’infezioni respiratorie, provocando crisi di asma, ritardando la crescita cognitiva e l’apprendimento; gli anziani aumentando i problemi respiratori, cardiovascolari e neurologici e favorendo una mortalità precoce. Si tratta di un pericolo infido e sottile, difficile da riconoscere che però la scienza è stata in grado di scovare. Le azioni per evitare questo insidioso pericolo sono tante, basta avere il coraggio di applicarle».

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...