3.1 C
Milano
07. 12. 2022 11:08

Milano: gli insegnanti no vax tornano a scuola ad insegnare

Scelta giusta o sbagliata?

Più letti

Gli insegnanti no vax tornano a scuola già a partire da settembre 2022, con l’inizio del nuovo anno scolastico. È questo quanto si sta delineando in queste settimane, con i genitori di insegnanti da un lato preoccupati per il rientro dei loro figli a contatto con insegnanti non vaccinati, dall’altro propensi ad accettare una scelta del genere per il proseguo dell’attività scolastica dei propri figli con l’insegnante di ruolo.

Cosa faranno i docenti non vaccinati al rientro a scuola

I docenti non vaccinati, in base al decreto Covid numero 24 del 24 marzo 2022, sono già rientrati a scuola ma senza mansioni di insegnamento. I 3612 docenti non vaccinati, infatti, sono stati riammessi dall’1 aprile ma rimanendo «Inidonei all’insegnamento».  Tradotto: reintegro a scuola, ma con altre mansioni. Il decreto in questione, infatti, recita: «Il personale docente ed educativo inadempiente all’obbligo vaccinale viene impiegato nello svolgimento di tutte le altre funzioni rientranti tra le proprie mansioni, quali, a titolo esemplificativo, le attività anche a carattere collegiale, di programmazione, progettazione, ricerca, valutazione, documentazione, aggiornamento e formazione… la prestazione lavorativa del personale docente ed educativo che svolge attività non a contatto con gli studenti è di 36 ore settimanali». 

Quanti sono i docenti sospesi 

Il Ministero dell’Interno ha anche precisato i numeri: al 23 marzo scorso le sospensioni del personale docente erano 3812. In particolare gli inadempienti erano 411 nella scuola dell’infanzia (302 di ruolo, 109 precari), 1095 nella primaria (813 e 282), 785 nella scuola media (503 e 282) e 1521 nella scuola superiore (1059 e 462). Il totale è di 2677 docenti di ruolo sospesi, 1135 docenti precari sospesi, dunque 3812 docenti inadempienti all’obbligo vaccinale al 23 marzo. I calcoli della Ragioneria Generale dello Stato per la sostituzione del personale portano la spesa pubblica, da aprile a giugno, pari a 29,2 milioni di euro.

Gli insegnanti no vax tornano a scuola a settembre 2022

Settembre appare ancora lontano, ma già si capisce quello che sta accadendo. Molti genitori, infatti, hanno segnalato che nei programmi per il prossimo anno scolastico figurano tra gli insegnanti di ruolo anche tutti quei no vax finora esclusi: c’è chi, dunque, ritorna all’insegnamento dopo mesi passati a «far fotocopie». Se sia giusto o meno è tema di discussione, di certo con il venir meno dell’obbligo vaccinale per il personale scolastico, scaduto il 15 giugno scorso, la scelta appare alquanto naturale. Si discute, invece, dell’obbligo di indossare le mascherine: un tema di discussione ormai di minore portata. Il succo del discorso è che a settembre 2022 gli insegnanti no vax tornano a scuola.

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...