20.2 C
Milano
24. 06. 2021 04:47

Mamma, com’è bella la natura: un pomeriggio immersi nel verde

Sei luoghi dove ammirare specie animali rare e trascorrere ore in relax

Più letti

LA NATURA ALLO STATO BRADO

Oasi di Sant’Alessio
Via Cadorna 2, Sant’Alessio con Vialone (Pavia)

Non è uno zoo né un safari park. L’Oasi di Sant’Alessio è un parco faunistico dedicato alla flora e alla fauna, dalla Pianura Padana e alla foresta pluviale: un laboratorio naturalistico a cielo aperto in cui è stato è la natura a far da guida e il visitatore si limita ad assecondarla. Attraverso tunnel naturalistici nascosti alla vista degli animali, è possibile vedere a pochi centimetri gli aironi, il martin pescatore, il picchio rosso, il fenicottero, la cicogna o scoiattoli. Tutti liberi e selvatici, come decine e decine di altre specie. Riaperti da poco, con tutte le misure necessarie, il meraviglioso castello e l’area giochi per i più piccoli. Per info oasisantalessio.org.

EVENTI E VISITE DIDATTICHE

Oasi Lipu
Via Don Luigi Orione, Cesano Maderno

Circa 100 ettari di boschi, brughiere e zone umide: quello di Cesano Maderno è uno dei più importanti programmi di gestione di aree boschive seguito dalla Lipu. Quattro chilometri di sentieri percorribili a piedi per scoprire tutte le meraviglie dell’Oasi e una pista ciclabile che la attraversa. Molti gli eventi previsti per la primavera. Domenica 16 Maggio, alle 15.00, visita guidata nei luoghi storici che legano l’Oasi al Palazzo Arese Borromeo. Domenica 23 Maggio, alle 15.00, passeggiate lungo i sentieri dell’Oasi accompagnati dai volontari Lipu per scoprire i colori, i profumi e i suoni della Natura nell’alternarsi delle stagioni. Info su oasicesanomaderno.it.

PASSEGGIATE E PIC-NIC NEL VERDE

Parco degli aironi
Via Inglesina 51, Gerenzano (Varese)

A due passi da Varese, il Parco degli Aironi di Gerenzano è raro esempio in Lombardia di recupero di cava, si estende su 45 ettari di verde con circa 14mila essenze arboree e tante varietà di ambienti che vanno da un ampio bacino lacustre a boschi fitti e aree recintate destinate al pascolo di animali come il cervo, il daino e il muflone. C’è anche un laghetto artificiale, un ampio parco giochi e un’area recintata per il pascolo con tanti animali da fattoria che si lasciano ammirare dai più piccoli e guide che spiegano le abitudini delle varie specie presenti nel parco. È inoltre presente un’area pic-nic e un bar ristoro. Per info parcoaironi.it.

FRA I GIGANTI DELLA STORIA

Parco della Preistoria
Viale Ponte Vecchio 21, Rivolta d’Adda (Cremona)

A soli 25 chilometri da Milano, in un bosco di 100 ettari si innalzano 50 ricostruzioni di 34 specie dei più grandi dinosauri che hanno popolato la terra. Lungo il percorso anche animali in semilibertà, due laghetti, un percorso botanico, il Labirinto ed il Museo Paleontologico. Un’area naturale costituita da un bosco secolare, resto dell’antica foresta planiziale padana, di oltre cento ettari sulla sponda sinistra del fiume Adda. Il Parco offre anche un percorso botanico, una mostra di fossili e minerali, la vista di animali in semilibertà, aree attrezzate per pic-nic, spazi con parco giochi e molte altre attrattive. Info su parcodellapreistoria.it.

I PESCI PIÙ RARI

Parco ittico paradiso
Frazione Villa Pompeiana, Zelo Buon Persico (Lodi)

Un’oasi naturale di 13 ettari, immersa in un bosco di circa 6000 piante. Al Parco Ittico Paradiso i canali d’acqua sorgiva ospitano circa 20 specie di pesci d’acqua dolce, dal piccolo pesce rosso alle carpe koi, ai grandi siluri e storioni. La particolarità del parco sono gli osservatori subacquei che permettono di osservare i pesci nel loro ambiente naturale senza disturbarli. Per i più piccoli, parco giochi gratuito, ampia zona pic-nic con annesso bar-tavola calda, mini-fattoria, recinto dei daini in semilibertà, vasca sopraelevata per toccare i pesci e voliera delle cicogne completano la struttura. Per info parcoittico.it.

FLORA E FAUNA AU BORD DU LAC

Parco Pallavicino
Via Sempione Sud, Stresa

Uno dei luoghi più suggestivi del Lago Maggiore, tra alberi secolari, un meraviglioso giardino botanico e tante specie animali. Il Parco si sviluppa su un’area di circa 200.000 mq in cui si alternano viali fioriti, prati, grandi alberi secolari e un meraviglioso giardino botanico. La cornice del Lago Maggiore e la vicinanza a Stresa e alle Isole Borromee lo rendono una meta da privilegiare, grazie anche alla presenza di ampi spazi naturali e di 50 specie tra mammiferi e volatili tra cui daini, canguri, zebre, fenicotteri, lama, pappagalli e pavoni. Hanno nel tempo trovato casa al Parco anche alcuni esemplari selvatici salvati dalla guardia forestale e che non sopravvivrebbero se reimmessi in libertà. Info su isoleborromee.it/parco-pallavicino.

In breve

A Milano una via dedicata all’inventore dell’Amuchina

Domani, giovedì 24 giugno, nel quartiere Ortica di Milano verrà intitolata una via ad Oronzio De Nora, ingegnere industriale...