28.2 C
Milano
22. 05. 2022 18:18

Prada ha deciso: Green pass obbligatorio per entrare al lavoro

La misura coinvolge gli 800 lavoratori di Milano e i 2.300 in Toscana

Più letti

Per gli 800 lavoratori di Prada a Milano e i 2.300 in Toscana sarà obbligatorio il Green Pass anche per entrare a lavorare in azienda. Un passo avanti ulteriore da parte dell’azienda di moda, visto che estende la validità della certificazione verde non solo per entrare in mensa, cosa peraltro già obbligatoria da decreto, ma anche per tutti i lavoratori che quotidianamente si recano sul posto di lavoro. Tradotto: senza Green Pass non entri in azienda, non lavori e quindi non vieni pagato. 

Prada, in azienda si entra solo con il Green Pass

La decisione dell’azienda, che vale per tutti i suoi stabilimenti (Terranuova Bracciolini e Levanella in Valdarno, San Zeno ad Arezzo e Milano) è stata comunicata ai dipendenti tramite una lettera a firma della proprietà, come riportato da ArezzoNotizie. Per i dipendenti non vaccinati l’azienda ha deciso di mettere a disposizione i tamponi a sue spese, ma settimanali. Si comprende come questa sia una scelta tampone, perché la validità del tampone per il certificato verde è di 48 ore.

I sindacati non ci stanno 

La decisione di Prada, che coinvolte tutti i suoi oltre tremila lavoratori, ha fatto insorgere i sindacati. Silvia Russo, segretaria provinciale aretina della Cisl. “Stiamo lavorando unitariamente e con la segreteria regionale e nazionale Femca Cisl per iniziative atte a fermare il provvedimento. Come Cisl siamo completamente contrari all’iniziativa nel merito e nel metodo. Finora gli accordi sindacali sono stati fondamentali per tutelare lavoratori e aziende, adesso non è possibile surrettiziamente superare le norme e inventarne di nuove».

La lettera di Prada ai dipendenti 

Nella lettera inviata ai lavoratori da parte di Prada, a firma del suo amministratore delegato Patrizio Bertelli, si legge: «Abbiamo convenuto che l’accesso ai locali e alle mense aziendali possa essere subordinato al possesso del Green Pass e cioè di uno dei seguenti requisiti: 1. vaccinazione anti covid 19 (prima o seconda dose); 2. certificato medico attestante la avvenuta guarigione da covid negli ultimi 6 mesi ». Poi sui tamponi settimanali a carico del gruppo. «Come ulteriore strumento di prevenzione, per coloro che siano sprovvisti dei requisiti sopra esposti sarà prevista l’effettuazione di tampone su base settimanale presso strutture esterne nel rispetto della privacy e con costo a carico del Gruppo Prada». La misura diventerà effettiva a partire da lunedì 6 settembre.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...