20.2 C
Milano
23. 05. 2022 08:10

Alberto Amodeo: da Magenta a Tokyo, è lui la medaglia n. 40 dell’Italia alle Paralimpiadi

"Ad un certo punto non ho più visto i miei avversari..."

Più letti

Il giovane 21enne di Magenta, Alberto Amodeo, ha vinto la medaglia d’argento nei 400 stile libero classe S8 alle Paralimpiadi di Tokyo 2020. Una medaglia molto simbolica, perché è la numero 40 di questa spedizione azzurra in terra giapponese, un record per la rassegna a cinque cerchi dei disabili.

Ch è Alberto Amodeo, medaglia d’argento nei 400 stile libero S8 alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 

Alberto Amodeo, classe 2000, è nato a Magenta, in provincia di Milano. Amputato all’arto inferiore destro, ha chiuso la sua prova nella vasca dell’Acquatics Centre di Tokyo con il crono di 4’25’’93, permettendo al’Italia di portare a casa la medaglia numero 18 dalle prove natatorie. Oggi, finora, sono giunti anche gli argenti nel paraciclismo e da Assunta Legnante nel lancio del disco F11 femminile. 

Le parole di Alberto Amodeo 

Queste le parole di Alberto Amodeo ai microfoni della Rai: «Non avrei mai pensato di fare argento e questo crono. Era qualcosa di impensabile, anche se sapevo di poter migliorare un po’. Non mi sembra vero. Avevo come riferimento il ragazzo affianco a me, ma a un certo punto non l’ho visto più e vedevo solo il russo, chiedendomi dove fossero finiti gli altri. Non ci credevo. Un argento che vale tantissimo, mi ripaga delle privazioni e delle rinunce fatte in questo anno. Mi sono chiesto spesso se fosse la scelta giusta. Questa è la risposta».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...