23.9 C
Milano
29. 06. 2022 11:13

Derby femminile, la stracittadina si fa rosa

Sfida tra due squadre in grande fiducia. La rossonera Thomas: «Cariche e pronte». La nerazzurra Bonetti: «Vediamo gioco e risultati»

Più letti

Il derby femminile torna protagonista in Serie A. Si gioca domenica alle 14.30, per il calendario sarà Milan-Inter per cui il teatro sarà il Vismara, casa delle rossonere. Rispetto agli anni passati il favore del pronostico è sempre dalla parte delle ragazze di Ganz, oggi terze a 22 punti contro i 18 delle nerazzurre (quinte).

Derby femminile, il divario si è assottigliato

Il divario tecnico, sulla carta, si è però assottigliato. Il Milan è rimasto una delle protagoniste del torneo, l’Inter punta a diventare tale e per questo a inizio stagione ha preso Rita Guarino, pluriscudettata allenatrice con la Juventus. Viene da due successi consecutivi. In compenso il Milan è stato superato solo dal Sassuolo, seconda forza del campionato e punta a confermare la supremazia cittadina emersa lo scorso anno anche nelle semifinali di Coppa Italia.

Derby femminile, le protagoniste

Sappiamo che è una partita fondamentale per il prosieguo della stagione – dice Lindsey Thomas –. Per me è il primo derby. Mi aspetto una partita difficilissima. Collettivamente non siamo lontane dagli obiettivi, sappiamo che abbiamo due gare importantissime una dietro l’altra (dopo l’Inter ci sarà la Juve in trasferta, ndr) e quindi siamo cariche e pronte. Abbiamo avuto alti e bassi a inizio stagione, ma siamo riuscite a raccogliere punti e quindi speriamo di continuare così. Rivedremo allo stadio i tifosi per una grande partita dopo due anni difficili, di questo siamo molto contente».

La fiducia delle nerazzurre passa attraverso le parole di Marta Pandini: «Sono certa che faremo meglio dei precedenti perché ci è scattato qualcosa. Siamo in fiducia, ci sentiamo più forti di prima e vogliamo una rivincita». Certezze confermate da Tatiana Bonetti: «Abbiamo affrontato alla pari squadre come Roma e Juve che già da diversi anni lottano per il vertice – spiega l’attaccante a Mi-Tomorrow –. È un percorso iniziato quest’anno. Gli effetti ci sono, si vedono nel gioco e nei risultati. Confido che col tempo riusciremo ad essere al livello di queste potenze».

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...