14.1 C
Milano
26. 05. 2024 03:41

Federica Brignone come Maradona, murales a Milano dedicato alla campionessa di sci alpino

Sarà nel quartiere Corbadella (zona Lorenteggio, Milano sud-ovest)

Più letti

Federica Brignone come Diego Armando Maradona. Il murales dedicato all’ex Pibe de Oro nei quartieri spagnoli a Napoli è diventato meta di pellegrinaggio ma da venerdì anche Milano avrà uno spazio dedicato alla campionesse di sci alpino, da anni protagonista nel circo bianco.

Federica Brignone, il murales

Il murales dedicato alla Brignone sarà nel quartiere Corba (zona Lorenteggio, Milano sud-ovest), nato nel 1953 per ospitare sfollati e persone giunte in città dalle campagne in cerca di lavoro. Sulle facciate cieche verranno realizzati dei murales dedicati agli sport olimpici, trasformando il quartiere in un distretto dell’arte, in avvicinamento ai Giochi Olimpici 2026.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Federica Brignone, l’inaugurazione

I primi sei sono già stati realizzati e il prossimo 19 maggio verrà inaugurata la nuova opera, dedicata alla campionessa di sci Federica Brignone, vincitrice, tra le altre, della Coppa del Mondo di sci 2020, unica atleta nella storia italiana a essere riuscita a guadagnare una coppa generale. Naturalmente l’atleta sarà presente all’evento per il taglio del nastro.

L’opera di urban art misura – come tutte le altre – 10 metri x 12 ed è stata realizzata dall’artista STEREAL (Stefania Marchetto, street artist milanese) con il sostegno di Rossignol, il marchio leader nella produzione e commercializzazione di attrezzatura per gli sport invernali, che fornisce gli sci fin dall’inizio della carriera della campionessa valdostana. L’appuntamento è alle ore 10 in Via degli Oleandri, angolo Cascina Corba.

Federica Brignone, Mondiali

A febbraio i mondiali di sci alpino a Meribel, in Francia, si sono aperti nel segno dell’Italia e in particolare grazie a Federica Brignone nel segno di Milano. La meneghina, già bronzo olimpico, ha infatti regalanto al nostro Paese la prima medaglia iridata nella combinata femminile, per giunta d’oro.

Federica Brignone ha messo in mostra il meglio del suo straordinario repertorio: prima con il supergigante semplicemente perfetto, privo di sbavature rifilando più di 7 decimi ad ogni rivale, e poi con una manche di slalom da sogno, per regalarsi la prima medaglia d’oro mondiale 12 anni dopo l’argento in gigante a Garmisch 2011. Un titolo che – come già detto -, la nazionale femminile italiana non aveva mai vinto in questa specialità, mentre fu bronzo con Karen Putzer 22 anni fa a St. Anton, in Austria.

In breve

FantaMunicipio #31: sempre più verde nelle aree riqualificate?

Una città più verde, ma verde davvero, fa bene a tutti. Ma c'è ancora tantissimo da fare. Alcuni rappresentanti...