29.7 C
Milano
30. 07. 2021 18:56

Inter, potrebbe essere già ora di scudetto

Prefettura e Questura al lavoro per evitare problemi dovuti alle possibili celebrazioni dei tifosi interisti in caso di scudetto già domenica

Più letti

Dopo dieci anni senza un trofeo, a undici dall’ultimo scudetto, la Milano nerazzurra ha tanta voglia di festeggiare. Potrebbe farlo già questa domenica, se domani l’Inter dovesse battere il Crotone a domicilio e il giorno dopo l’Atalanta dovesse pareggiare o perdere contro il Sassuolo.

La Lombardia è da poco tornata in zona gialla, il che allarga le maglie delle possibilità di riunirsi, almeno all’aperto e senza assembramenti, con le dovute precauzioni. Il trionfo è vicino, arriva al termine di mesi in cui fare vita da Inter Club, come racconta Alessandro D’Anna dell’IC Tri Basei (foto, ndr) – uno dei primi dieci al mondo per numero di iscritti -, è stato più complicato per via della pandemia.

«Siamo scesi da 491 a 417 iscritti, ma altrove ci sono stati cali molto più importanti – spiega –. Le persone sono molto legate tra loro qui. Abbiamo sempre cercato di rendere il nostro come un gruppo di amici accomunati dall’amore per l’Inter. Anche i soci che avevano qualche problema economico alla fine hanno deciso di iscriversi e le chat di messaggistica ci hanno aiutato a stare insieme, durante le partite e dopo. In caso di scudetto vedremo come poter festeggiare, seguendo le regole».

Caroselli “salvi”. In città, almeno da parte interista, il successo tricolore è un evento che non capita dal 2010. I caroselli in auto ci saranno di certo, quelli non vanno contro alcun protocollo anti-Covid.

Dai gruppi organizzati per ora non arrivano input di feste pre-stabilite, un po’ per scaramanzia e un po’ perché (come è accaduto per l’ultimo derby di campionato) è probabile ci si affidi all’improvvisazione, il che potrebbe però creare problemi di assembramenti.

La questione è all’attenzione di Prefettura e Questura. Già da qualche giorno si sta lavorando insieme alla società di via della Liberazione, lo stesso vale per la partita dell’8 maggio, Inter-Sampdoria, alla quale i nerazzurri potrebbero già arrivare da campioni d’Italia oppure con il match ball da giocarsi.

In quel caso ci sarebbe il fattore aggiuntivo di una situazione nella quale la tifoseria avrebbe un punto di riferimento come lo stadio in cui potersi riunire per la partita, sebbene fuori dall’impianto.

 

In breve

Bollettino regionale, nonostante la variante Delta terapie intensive in calo: Milano, +102 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 678 con la percentuale tra tamponi eseguiti (36.583 oggi) e positivi...