higuain
higuain

Probabilmente Milan-Dudelange poteva essere l’occasione perfetta per preservarlo e tenerlo a riposo, invece sarà soprattutto la partita di Gonzalo Higuain. La squalifica in Serie A, dopo l’eclatante espulsione rimediata contro l’ex Juve, terminerà solo nel weekend quando una volta affrontato il Parma verrà archiviata la 14ª giornata. In Europa League è liberissimo di giocare e allora quella di domani a San Siro alle 18.55 sarà certamente la serata del ritorno in campo del Pipita a distanza di quasi venti giorni, tra polemiche, scuse, sosta e ricorsi respinti.

Per i rossoneri è un’ottima notizia dover usare il bomber argentino – finora 7 gol e un assist in 13 presenze stagionali -, anche perché l’impegno non andrà affatto sottovalutato. Un successo sarebbe la scontata normalità, viceversa sarebbe una non banale figuraccia.

NEL GIRONE • La quinta giornata del girone è molto delicata per gli uomini di Gattuso, perché non sono ammessi errori. È in evidente discesa ma va portata a termine senza problemi. Rino pretenderà attenzione e voglia, la mentalità giusta. Al momento la classifica del gruppo F vede il Real Betis a 8, Milan e Olympiacos a 7. I tre punti sono obbligatori per fare un altro passo in avanti, anche se la qualificazione si deciderà comunque nell’ultima trasferta greca.

Ormai bisogna guardare anche in casa loro per calcolare le strade che portano ai Sedicesimi: se il Diavolo vince potrà accontentarsi di un pareggio nella bolgia del “Karaiskakis” per passare (da primo o secondo non si sa), al contrario rischia grosso. Intanto l’F91 Dudelange, battuto di misura all’andata grazie a un gol proprio di Higuain, è reduce da un deludente pari in campionato. L’avversario ha appena impattato 2-2 col Victoria Rosport, venendo ripreso nel recupero, e in Lussemburgo è terzo a -6 dalla vetta. Non benissimo.

TIFOSI E SQUADRA • A San Siro si spera nel calore dei tifosi per combattere il freddo delle 18.55. Difficilmente accadrà. Verrà aperto solo il primo anello e i biglietti rimangono ampiamente disponibili: online, a Casa Milan, in qualsiasi filiale BPM e su TicketOne; oppure alla casse dello stadio, aperte esclusivamente domani nel matchday.

I prezzi base variano dai 21 euro dei settori blu e verde ai 31 dell’arancio, fino ai 41 del rosso. Nella squadra, chiamata a superare in fretta la beffa finale dell’Olimpico, non sono previsti recuperi né grandi sorprese nella formazione: logico e necessario continuare a provare la difesa a 3, insistere su Bakayoko e Calhanoglu e dare qualche opportunità a qualche riserva. Da Castillejo a Laxalt a Bertolacci, magari risparmiando Suso e Kessie almeno in partenza. In porta spazio a Reina. Per il Milan il bottino pieno manca da inizio novembre, concludere il mese in bellezza è un obiettivo minimo e alla (stra)portata.