19.5 C
Milano
16. 06. 2024 11:51

Mondiali di scherma, Fichera: «Un grande grazie a tutti. Il CONI ci ha sempre sostenuto»

Le parole dell'ex schermidore italiano e non solo

Più letti

I mondiali di Scherma, in programma a Milano – nella cornice dell’Allianz MiCo – volgono al termine. Un weekend a tinte Azzurre, grazie alle medaglie di ieri pomeriggio: un dominio italiano, con i due ori delle squadre di fioretto femminile e spada maschile che si sono laureate campioni del mondo. A questo si aggiunge anche la vittoria aritmetica nel Medagliere per Nazioni con una giornata d’anticipo. Nel pomeriggio di oggi, in attesa delle ultime due medaglie, in sala stampa si è tenta la conferenza stampa conclusiva. Tanti i volti noti del mondo della scherma, con la presenza delle autorità locali quali Martina Riva per il Comune di Milano e Lara Magoni, per la Regione Lombardia.

Mondiali di scherma: le dichiarazioni in conferenza stampa

A prendere per primo la parola è stato Marco Fichera, ex schermidore italiano e medaglia d’argento a Rio e Presidente del Comitato Organizzatore Campionati del Mondo Assoluti di Scherma Milano2023: «Questi mondiali di scherma fatti da tantissime persone. Ringrazio chi è stato il cuore pulsante, cioè il comitato organizzatore. La scherma ci ha dato tanto, dovevamo ringraziarla. Da atleta, da bambino, mi faceva male vedere i palazzetti sempre vuoti. Credo sia fondamentale ogni sport in un momento di intrattenimento e di spettacolo. Abbiamo creato degli spazi dedicati ai soli atleti, come giusto che sia. Il quarto piano era dedicato tutto a loro con una palestra attrezzata».

«C’è però anche tanto pubblico e serviva lo spettacolo ai mondiali di scherma. Abbiamo costruito questa visione appoggiandola sempre. La cosa più difficile è stato l’ok delle aziende. Vendere questo prodotto l’anno prossimo sarebbe molto più semplice che averlo venduto quest’anno. I brand sono rimasti contenti. La cosa più bella sono i messaggi dei genitori degli atleti, dei tifosi e di tutti quelli che sono venuti a vedere il Mondiale. Tantissimi i complimenti che io e il comitato organizzatore abbiamo ricevuto», continua.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

E ancora Fichera: «Un evento che ha fatto sold out per nove giorni, con l’Italia che ha vinto tantissimo. Oltre 60 ore di diretta, 100 di repliche. Con tutti i giornali, che ci hanno portato in giro per l’Italia. Va dato un merito a chi non si è mai arreso. Dico grazie anche ai 300 volontari, ai 200 giornalisti e ai quasi 2000 atleti che hanno partecipato. Il CONI ha costruito un progetto, arrivando a vincere una scommessa difficile. Grazie a Malagò che ci ha sempre sostenuto. Infine, voglio dire grazie alla mia famiglia».

mondiali di scherma

A seguire Martina Riva, assessore allo sport del Comune di Milano, ha voluto ringraziare i presenti dopo una rassegna iridata da ricordare: «Un grande grazie lo diamo al comitato, alla federazione nazionale e internazionale. Abbiamo portato tutti insieme la scherma nei luoghi simbolo di Milano. Questi eventi sportivi credo debbano essere sempre raccontanti dalla nostra città, per tutto quello che ruota intorno in vista anche delle Olimpiade del 2026».

Infine, alla conferenza di questi mondiali di scherma, la parola a Lara Magoni, sottosegretaria con delega allo sport e ai giovani di Regione Lombardia: «L’emozione di questa settimana sono state stravolgenti. Con dieci medaglia. E poi l’oro nella spada che mancava da trenta anni. Ho visto tantissime famiglie e tanti ragazzi, queste sono cose importanti. Bravi a chi è riuscito a portare le scuole, così da far capire agli alunni l’importanza e il sacrificio dello sport. Regione crede nello sport e negli eventi sportivi, e lo dimostra con gli aiuti economici. Voglio ricordare anche le dimostrazioni per i non vedenti, un grande investimento di inclusione».

In breve

FantaMunicipio #34: inizia la stagione dei maxi eventi estivi

Ippodromo San Siro, ippodromo La Maura, San Siro e adesso anche Quinto Romano con il Latin Festival. Milano è...