monza rally show
monza rally show

Il Monza Rally Show è già iniziato. Con le prove libere facoltative di mercoledì e le ricognizioni di ieri, prima di entrare nel vivo della tre giorni vera e propria, da oggi fino alla domenica dell’Immacolata. Tutto all’interno del tempio della velocità italiana, l’Autodromo Nazionale, ancora una volta teatro dell’evento.

 

Si comincia a fare sul serio con la Grid Exhibition, l’esposizione aperta al pubblico di tutte le vetture iscritte alla gara nella pitlane del Monza Eni Circuit, in programma dalle 13.30. Quindi l’uscita in pitlane alle 14.31 e lo start della Prova Speciale “Autodromo 1”, che darà il via al rally, alle 14.55.

Alle 17.24, invece, scatterà la Prova Speciale 2 “Roccolo 1”, prima di passare domani ad altre quattro Prove Speciali: la PS 3 “Grand Prix 1” alle 8.35 del mattino, la quarta PS “Parabolica 1” alle 11.27, la PS 5 “Grand Prix 2” e la PS 6 “Autodromo 2” con start rispettivamente alle 14.01 e alle 16.53. L’ultimo giorno del Monza Rally Show sarà domenica 8 dicembre con altre due Prove Speciali: “Roccolo 2” con inizio alle 8.05 e PS 8 “Monza” con partenza alle 8.29.

Nei giorni scorsi sono stati diffusi anche i nomi dei partecipanti, cinquantanove in tutto, tra i quali ci sarà il vincitore assoluto. Cinque le vetture di classe WRC 1.6 T, con un trofeo dedicato, mentre sono diciotto le auto storiche iscritte al Monza Rally Show Historic, divise tra quattro raggruppamenti differenti a seconda dell’anno di costruzione. Altre quattro WRC del mondiale rally, appena terminato, parteciperanno invece al Masters’ Show, la sfida finale sul rettilineo dell’Autodromo di Monza.

Folto il parterre alla partenza. Tre le vetture di Hyundai Motorsport, con alla guida Dani Sordo-Carlos Del Barrio, Andreas Mikkelsen-Anders Jaeger e Craig Breen-Martijn Wydaeghe, tutti con i20 R5. Tra gli stranieri anche Josh McErlean-Keaton Williams su i20 NG, Rhys Yates-Catie Munnings con Ford Fiesta MK2 e Niclas Grönholm-Antti Linnaketo con una Skoda Fabia. Per l’Italia una lunga lista che parte da Piero Longhi-Gianmaria Santini su Volkswagen Polo fino a Davide Valsecchi-Denis Trarantello su Skoda Fabia.

Grande attesa per la sfida finale di domenica, il Masters’ Show delle 12.30, nella quale si sfideranno quattro grandi nomi del rally mondiale: Thierry Neuville, Dani Sordo, Andreas Mikkelsen e Craig Breen che condivideranno due i20 Coupe WRC per disputare sette scontri uno contro uno. Neuville affronterà soltanto la prova di cartello, mentre gli altri tre gareggeranno per tutti i giorni previsti, da venerdì a domenica.

Il Masters’ Show prevede due punti a vittoria per ogni scontro diretti e una finalissima tra i primi due classificati al termine dei sei heat. «La prova Masters’, la sfida tra quattro piloti Hyundai Motorsport che hanno corso il WRC nel 2019, sarà uno dei momenti clou dell’evento di quest’anno – sottolinea Andrea Adamo, Team Director di Hyundai Motorsport –. Ammirare le attuali vetture WRC sulle PS Speciali è sempre uno spettacolo e nel corso degli anni il finale del weekend monzese ha regalato agli appassionati grandi emozioni e ai piloti sfide e competizioni straordinarie». Biglietti da 10 euro per le giornate singole di sabato e domenica, al pacchetto Hospitality da 170 euro. Info: monzarallyshow.it.


www.mitomorrow.it