-1.2 C
Milano
29. 11. 2021 09:20

San Siro, chi dirà di sì?

Inter e Milan hanno aggiornato il progetto, ma col prossimo cambio giunta i tempi si allungano: il punto

Più letti

Il processo per arrivare al nuovo stadio di Inter e Milan è ancora lungo. Si va avanti passo passo, senza farsi bloccare dalla pandemia.

San Siro: a che punto siamo?

In questi mesi i club hanno lavorato alla nuova versione del progetto e ora il Comune di Milano potrà verificare gli effettivi cambiamenti rispetto alla versione precedente, dopo aver richiesto un deciso cambio di rotta dal punto di vista delle volumetrie e della rifunzionalizzazione (almeno parziale) dello stadio Meazza.

A cambiare sarà l’intero distretto, se arriverà l’approvazione al disegno finale, ma questo non avverrà prima del prossimo anno. Quasi certamente sarà la futura giunta, un Sala-bis o il suo successore, a prendere la decisione e avviare così i lavori che le società sperano di poter concludere nel minor tempo possibile. Magari entro il 2024, ma il tabellario delle scadenze potrebbe subire una proroga.

Investimento enorme. L’ipotesi che a dare il via libera si un nuovo inquilino a Palazzo Marino è supportata dalla ristrettezza dei tempi, a prescindere dal momento che l’Italia e Milano stanno attraversando, e dall’emergenza Covid che impegna l’amministrazione su fronti ritenuti oggi preponderanti, rispetto al futuro di San Siro.

Guardando al futuro meno prossimo, è chiaro che il progetto può diventare un punto cardine del futuro economico della città, visto che riguarda non solo l’impianto ma tutta la zona circostante, che nell’idea presentata sarà adibita all’attività sportiva dei residenti e di chi passerà per quelle strade, con possibilità di accedere a diversi tipi di discipline.

san siro

L’investimento è enorme: 1,2 miliardi di euro. Il fatto di non essersi fermati nemmeno davanti al disastro economico provocato dal Covid-19, in un periodo nel quale gli stadi stanno facendo da luogo ospitante dei soli giocatori e non del pubblico pagante, dimostra quanto Inter e Milan sentano la necessità di proseguire nel percorso intrapreso. Sia esso quello definito dalla proposta Populous o da quella Manica-Sportium, i due studi arrivati allo sprint conclusivo per l’assegnazione.

La partita dei progetti

I progetti per la realizzazione del nuovo stadio nel distretto milanese di San Siro sono rimasti due. Uno è quello presentato dallo studio Populous, “La Cattedrale”, incentrato su una facciata in vetro e una galleria attraverso cui far passare la luce solare, con installazioni che permetteranno all’impianto di avere una veste differente a seconda delle partite di Milan e Inter.

nuovo distretto san siro

L’altro progetto, “Gli anelli di Milano”, è invece opera di Manica-Sportium. Prevedeva già il mantenimento di una traccia storica dell’attuale stadio Meazza, gli anelli appunto, con la stessa idea di un cambio cromatico repentino a seconda della squadra impegnata sul terreno di gioco.

Entrambi gli studi puntano molto sulla sostenibilità ambientale e sull’utilizzo degli spazi anche nei giorni non dedicati alla partita, con musei, negozi, ristorazione, come richiesto dalle società in sede di bando

 

In breve

Terza dose in Lombardia: 90mila nuovi appuntamenti per prenotare la dose “booster”

La campagna vaccinale prosegue: sono stati messi a disposizione 90.000 nuovi appuntamenti per prenotare la terza dose in Lombardia. Terza...