9.6 C
Milano
21. 04. 2024 22:28

Ristrutturazione di San Siro, c’è il piano: lavori in estate per almeno due anni

I lavori sarebbe eseguiti da giugno ad agosto, al massimo chiedendo di spostare una partita, l'ultima o la prima dei campionati interessati

Più letti

I lavori per la ristrutturazione di San Siro, se Inter e Milan decideranno di percorrere questa via, si terranno sostanzialmente in estate, per un periodo di almeno due anni. Lo spiega il direttore generale di WeBuild la società che si sta occupando dello studio di fattibilità della riqualificazione, Massimo Ferrari.

Vincolo su San Siro
San Siro

Ristrutturazione di San Siro, il programma dei lavori

Ferrari parla di «lavorare sostanzialmente da giugno ad agosto, al limite chiedere di spostare una partita, l’ultima o la prima, se è necessario. Per aumentare le entrate bisogna lavorare sulla clientela vip e sugli sponsor, sui servizi accessori che si possono costruire al di fuori, o in prossimità dello stadio. Soluzioni per l’area vip? Ce ne sono diverse, come utilizzare lo spazio tra il primo e il secondo anello, utilizzare quella in parte e un’altra parte svilupparla all’esterno, svilupparla solo all’esterno con un accesso preferenziale al campo».

_________________________________________________________________

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

22/02/2024 – Ore 13.20 – «Si è tenuto oggi a Palazzo Marino un incontro tra Giuseppe Sala, Sindaco di Milano, Alessandro Antonello, Amministratore Delegato Corporate FC Internazionale Milano, e Paolo Scaroni, Presidente AC Milan. Scopo dell’incontro è stato la verifica di un piano di fattibilità relativo alla ristrutturazione dello stadio di San Siro», si legge in una nota di Palazzo Marino.

«Webuild S.p.A. collaborerà pro bono, secondo la disponibilità in tal senso già manifestata, con la redazione di uno studio di fattibilità che dovrà essere consegnato in tre mesi; le squadre produrranno linee guida per una possibile ristrutturazione che porti alla disponibilità di uno stadio più moderno ed efficiente. A valle di questo, l’Amministrazione comunale e i team verificheranno la possibilità e le modalità per procedere».

san siro
San Siro

«I rappresentanti dei Club hanno ribadito la necessità di una tutela dell’eventuale perdita di disponibilità di capienza dello stadio durante i lavori. Gli interventi dovranno essere quindi compatibili con il calendario delle partite, delle manifestazioni sportive e degli eventi di intrattenimento, al fine di evitare danni economici, ma soprattutto per mantenere un’esperienza coinvolgente, sicura e confortevole per gli spettatori e le spettatrici. Nel progetto andranno considerati sviluppi urbanistici nell’area di San Siro, in particolare per la sua riqualificazione. Questione vincolante, nelle forme da definire, è che lo stadio dovrà diventare di proprietà delle squadre».

«Il Sindaco ha preso atto che le squadre continueranno nella esplorazione delle possibilità alternative in essere, con l’auspicio però che il percorso intrapreso su San Siro porti rapidamente a una conclusione soddisfacente per tutti gli attori in campo», conclude la nota.

_____________________________________________________

22/02/24 – Ore 10.00 – E’ durato appena 35 minuti l’incontro sul futuro di San Siro tra il sindaco Sala e i dirigenti di Inter e Milan. In poco più di mezz’ora si è parlato ancora dell la possibilità di esaminare un progetto di ristrutturazione, prendendo spunto dall’esempio presentato da WeBuild. Al momento si tratta solo di una bozza iniziale che richiederà ulteriori approfondimenti e integrazioni con studi più dettagliati prima di essere presa in considerazione seriamente.

San Siro, il punto

Nonostante il faccia a faccia, le posizioni dei club non sono cambiate e pertanto intendono procedere con i loro piani relativi alle sedi di Rozzano e San Donato Milanese. È stato sottolineato che prima di poter valutare seriamente l’idea della ristrutturazione del Meazza, è necessario che tutte le parti coinvolte possano esaminare uno studio più dettagliato rispetto a quello presentato da WeBuild dopo l’ispezione dello stadio attualmente in uso.

San Siro
San Siro

San Siro, i lavori

La possibilità di continuare a giocare durante i lavori di ristrutturazione è stata considerata, escludendo l’opzione di giocare a porte chiuse a causa delle perdite economiche. Tuttavia, senza un progetto definitivo che le società non si attendono prima di metà maggio, permane un’incertezza significativa sul tema, specialmente riguardo alle tempistiche e alla capacità di San Siro in ogni fase del rifacimento.

San Siro, le ipotesi

Inizialmente, la costruzione di un nuovo stadio accanto a quello esistente, seguita dall’abbattimento dello stesso, era stata considerata l’opzione preferita dai club per via dei tempi e dei costi. Tuttavia, questa via intermedia presenta attualmente troppe incognite che devono essere chiarite prima di convincere Inter e Milan a cambiar idea.

In breve

FantaMunicipio #26: come tanti Ciceroni fai da te, alla scoperta di alcuni angoli di quartiere

Quante volte camminiamo per la città, magari distratti o di fretta, e non ci accorgiamo di quello che ci...