21.4 C
Milano
22. 05. 2024 14:22

Giro d’Italia 2023, a Bergamo vince McNulty: Armirail resta in maglia rosa

Il Giro d'Italia, in vista della terza e ultima settimana decisiva, ha visto vincere lo statunitense McNulty. Domani giornata di riposo, poi si riparte da Sabbio Chiese.

Più letti

Si è chiusa con la vittoria dello statunitense McNulty la 15esima tappa del Giro d’Italia 2023, partita questa mattina da Seregno con arrivo a Bergamo, sul viale principale della città. Il corridore della UAE precede in volata Ben Healey e l’italiano Marco Frigo. Tutti e tre insieme, sono stati i protagonisti della lunga fuga che ha animato il percorso lombardo insieme ad altri 14 corridori che hanno mollato sull’ultima salita bergamasca, la Roncola. Per Brandon McNulty si tratta della prima vittoria in Italia: un pomeriggio che difficilmente dimenticherà. Al termine della vittoria di tappa, McNulty ha parlato ai microfoni in conferenza stampa: “Ancora non ci credo a questa vittoria… è stata dura ma ce l’ho fatta. Mi sono lanciato ai 200 metri dal traguardo. Dedico questa vittoria alla mia fidanzata, che c’è sempre e ai miei amici. Finalmente oggi vediamo un po’ di sole, mi fa bene. Adesso la prossima settimana ci concentreremo su Almeida, sarà da pazzi.”

Maglia rosa, la classifica generale non cambia. Resiste Armirail

Una corsa noiosa in alcuni tratti senza mai vedere il gruppo dei leader all’attacco se non qualche piccolo tentativo nel finale di Bergamo Alta. Nonostante una tappa dedicata agli scalatori con dei passaggi in montagna, a festeggiare sul traguardo sono i passisti che sono riusciti a tenere alto il cronometro e a giocarsi in tre la vittoria finale dopo il recupero – memorabile – del veneto Frigo. Con otto minuti di distacco è arrivato poi il gruppo, così da permettere al 29enne Bruno Armirail di conservare la Maglia Rosa e ripartire ancora una volta come leader della classifica generale. Il francese, al termine della corsa ha parlato ai microfoni di Rai Sport: “Quella di oggi è un’esperienza unica per un uomo di squadra come me. Una giornata formidabile. Ho visto i miei compagni lavorare per me, quello che di solito faccio io. È stata una giornata non facile, serviva gestire la fuga. Adesso riposo, fino a domani. Due giorni in rosa è straordinario, ma settimana prossima sarà ancora più dura. Voglio essere realista, a partire da martedì sera non credo di essere qui. Non ho le gambe per essere tra i favoriti.”

(Foto: Onorio Ferraro)
(Foto: Onorio Ferraro)

Il gruppo si prenderà nella giornata di domani l’ultimo giorno di riposo, prima di ripartire martedì da Sabbio Chiese (Brescia, ndr) a Monte Bondone (Trento, ndr) dopo 203km – e 5000m di dislivello – di alta tensione e una tappa a cinque stelle che costeggerà per gran parte del percorso la bellezza del Lago di Garda.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

(Foto: Onorio Ferraro)

 

 

In breve

FantaMunicipio #31: sempre più verde nelle aree riqualificate?

Una città più verde, ma verde davvero, fa bene a tutti. Ma c'è ancora tantissimo da fare. Alcuni rappresentanti...