13.3 C
Milano
25. 04. 2024 16:51

Nuova vita per il Teatro della Quattordicesima a Milano: si riparte

La struttura di via Oglio torna a splendere

Più letti

Nuova vita per il Teatro della Quattordicesima a Milano, che riparte dopo l’assegnazione del bando predisposto dal Municipio 4. La storica struttura, adiacente al centro civico di via Oglio 18, è stato infatti assegnato. Il prossimo step, ora, sarà l’aggiudicazione definitiva e la consegna dell’immobile. Successivamente inizieranno i lavori per completare gli interni della struttura e avviare il teatro.

Nuova vita per il Teatro della Quattordicesima a Milano

La notizia è stata data da Stefano Bianco, presidente del Municipio 4 di Milano, con un post apparso sulla sua pagina personale di Instagram: «Una buona notizia: nuova vita per il Teatro della Quattordicesima. – si legge nel post – lo storico teatro adiacente al centro civico di via Oglio 18 è stato assegnato con l’ultimo bando predisposto dal Municipio 4. A breve arriverà l’aggiudicazione definitiva e la consegna dell’immobile. Successivamente inizieranno i lavori per completare gli interni della struttura e avviare il teatro».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Stefano Bianco (@stefano_bianco)

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Che cosa prevede il bando del Municipio 4 relativo al Teatro della Quattordicesima

Il 14 novembre 2022 il Comune di Milano aveva emesso il bando pubblico per l’assegnazione della concessione d’uso del Teatro della Quattordicesima. In quel caso da Palazzo Marino avevano specificato che la concessione veniva data per la «riapertura del complesso teatrale denominato Teatro della Quattordicesima, sito in via Oglio 18, di proprietà del Comune di Milano e rimasto per lungo tempo inattivo a causa di interventi di ristrutturazione». A tal fine la ricerca era partita verso l’identificazione di un concessionario «altamente qualificato, con esperienza pluriennale nel settore dello spettacolo, al quale affidare la conduzione del Teatro, in modo da rilanciare quest’ultimo all’interno del sistema culturale della città attraverso un’adeguata programmazione artistica». 

Che cosa prevede la concessione per la riapertura del Teatro della Quattordicesima a Milano, per i primi due anni il teatro è gratis

La concessione avrà durata massima di dodici anni, ma a sorprendere sono le cifre richieste al nuovo concessionario dal Comune di Milano: il canone annuo della concessione, infatti, aveva una prima base d’asta dove era stato totalmente azzerato per i primi due anni, mentre il costo sarà di 11mila euro per il terzo anno e 21mila euro per i nove anni successivi. 

Le criticità legate al bando di assegnazione del Teatro della Quattordicesima 

Già in precedenza erano stati lanciati bandi per il Teatro della Quattordicesima che erano andati deserti. Di certo, però, ci sono delle citrici evidenti attorno a quello che è stato il teatro guidato da Piero Mazzarella e Rino Silveri tra gli altri: partendo dal presupposto che il teatro privato, in Italia, non fa business, qui ci troviamo di fronte una sala di 400 posti in una zona difficile (il quartiere Corvetto). Inoltre il Teatro della Quattordicesima non fa parte del Fondo unico per lo Spettacolo (FUS), per cui non ha aiuti statali deve cavarsela da solo.

Teatro della Quattordicesima, perché si chiama così 

Il Teatro della Quattordicesima di Milano si chiama così perché si trova nella zona quattordici della città, proprio di fianco alle sedi distaccate del comune del capoluogo lombardo. Funziona principalmente come teatro di prosa alla sera, mentre, per la gioia dei bambini, si trasforma in teatro delle marionette e teatro per ragazzi la mattina, il sabato e la domenica pomeriggio. Il Comune di Milano, nel bando in oggetto, lo definisce «polo di rilevanza cittadina, nazionale e internazionale nell’ambito teatrale della commedia, del cabaret e della comicità in genere». Non resta che attendere la comunicazione ufficiale sul nome del nuovo concessionario. Il Teatro è fermo dal 2012 e, nel corso di questo lungo periodo di inattività, la sua struttura si è deteriorata, motivo per il quale chi subentrerà nella gestione dovrà farsi carico anche dei lavori di messa a norma della struttura stessa.

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...