Portello, domani la risposta del commissario Arcuri

fieramilano
fieramilano

Il ritornello è sempre quello, purtroppo: «Stiamo cercando di ampliare il numero delle persone che possano essere ricoverate nelle rianimazioni – spiega il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana -. Nei prossimi sette giorni dovrebbero arrivare 140 respiratori».

 

In questa continua rincorsa si innesca il discorso legato alla realizzazione del nuovo ospedale al Portello: «Per il momento – sottolinea il governatore – non abbiamo avuto ancora risposte, il commissario Arcuri ha chiesto ulteriore tempo fino a martedì sera per capire se è in condizione di rispondere alle nostre esigenze. Stiamo andando avanti anche per la nostra strada per recuperare ulteriori respiratori sul mercato, andando decisamente avanti su questo ospedale. La progressione avanza e dobbiamo attrezzarci per tanti nuovi posti di rianimazione».

Percezione. «Un conto è vivere la situazione qui, un altro è viverla in un’altra parte del Paese dove non si comprende la portata – aggiunge ancora Fontana -. Ho sentito un medico a Roma nei giorni scorsi che non descriveva una situazione con angoscia. Portello potrebbe essere utile a noi, ma anche ipoteticamente un’arma importante per i malati di altre regioni. Un modulo è già stato realizzato, sostanzialmente ci mancano i letti con respiratori e gli allacciamenti».

Infine sui macchinari: «Abbiamo chiesto a tutti i Paesi nei quali abbiamo conoscenza di aziende che producono questi apparecchi medicali: dal momento che riceveremo la disponibilità di un’azienda, gradualmente in 5/6/7 giorni saremmo pronti».

fieramilano
fieramilano