11.1 C
Milano
23. 10. 2021 04:33

Teatro alla Scala, presentata la nuova stagione: tante novità in vista

In cartellone 13 opere: è rivoluzione anche nei biglietti

Più letti

Il Teatro alla Scala riprende il programma di attività di approfondimento che l’emergenza sanitaria aveva imposto di sospendere o limitare allo streaming. Nella stagione 2021-2022 il teatro milanese riprenderà la sua programmazione sotto la direzione artistica del sovrintendente Dominique Meyer, presentando la nuova stagione di Opera, Balletto e Concerti. Torna alla direzione musicale il maestro Riccardo Chailly, mentre al balletto ci sarà il debuttante Manuel Legris.

Teatro alla Scala: la nuova stagione

Gli spettatori che torneranno a teatro a partire dal prossimo settembre troveranno una Scala rinnovata in offerta e programmazione, sotto la direzione – primo anno da sovrintendente – di Dominique Mayer, insediato nel febbraio del 2020.

Il lavoro delle maestranze scaligere riprenderà in seguito all’interruzione imposta dal lockdown e dei ripetuti focolai che hanno limitato le attività del fiore all’occhiello della tradizione culturale milanese a pochi spettacoli rispetto alla programmazione prestabilita.

Per la stagione 2021-2022 il Teatro alla Scala presenterà tredici allestimenti d’opera con nove produzioni inedite e tre spettacoli provenienti da altri teatri, di cui solo uno è stato già visto dal pubblico milanese. Viene confermata la centralità della tradizione italiana con otto titoli derivanti dal repertorio del Settecento-Novecento, con Giuseppe Verdi il più quotato, essendo l’unico compositore presente con tre titoli.

Ecco cosa va in scena tra opere e concerti

Al titolo verdiano Macbeth sarà affidato l’atteso appuntamento del 7 dicembre, che chiuderà il trittico dedicato alla giovinezza di Verdi iniziato con Giovanna D’Arco e Attila. Per l’occasione lo spettacolo verrà presentato nella sua seconda versione con la regia di Davide Livermore.

teatro alla scala

Torna anche la stagione dei concerti che troverà molte novità rispetto alle precedenti edizioni: alla tradizionale stagione sinfonica di sette concerti con Orchestra e coro e ai concerti straordinari si aggiungeranno anche una serie di appuntamenti, cinque, con protagoniste una serie di orchestre ospiti. Tra le novità della stagione una iniziativa speciale dedicata ai più piccoli, a cui saranno destinati i concerti della domenica pomeriggio, in una nuova formula più narrativa spettacolare.

Novità anche sui prezzi

Tra le novità che riguardano gli accessi al Teatro alla Scala, tra abbonamenti e singoli acquisti, è stata prevista una nuova formula di rimodulazione della pianta del Teatro, introducendo la seconda fascia di prezzo in platea e differenziando, così, i prezzi all’interno dei palchi con la finalità di ridurre ulteriormente il prezzo dei posti con scarsa visibilità.

Spicca anche la nuova iniziativa “Un palco in famiglia” realizzato con il sostegno di Esselunga, che permetterà agli adulti, che acquisteranno un posto a prezzo intero in alcuni palchi del teatro, di acquistare altri posti a 15 € per i minori di diciott’anni. Anche per quest’anno verranno rinnovate le speciali iniziative che riguardano gli Under 30 con una serie di anteprime e abbonamenti ridotti che contribuiranno a formare il pubblico del domani.

Alla sua prima stagione come direttore del balletto Manuel Legris proseguirà il percorso che rispetta storia qualità e valore artistico della compagnia, nel suo equilibrio tra tradizione e novità, nel doveroso omaggio a Carla Fracci, straordinaria presenza della memoria del balletto milanese e non solo.

L’apertura di stagione del balletto verrà affidata al titolo La bayadere di Rudolf Nurejev, mai rappresentata da altre compagnie al di fuori del balletto dell’opera di Parigi.

L’intera programmazione culturale autunnale andrà avanti dal 10 settembre al 23 novembre 2021 ed includerà cinque produzioni d’opera, un balletto e otto concerti. Come da tradizione il 12 settembre il Teatro alla Scala ospiterà il concerto inaugurale della stagione dell’orchestra sinfonica di Milano Giuseppe Verdi che vedrà sul podio il maestro Claus Peter Flor con un programma dedicato a Brahms.

Si parte quindi il 10 settembre con Un italiana in Algeri di Gioachino Rossini, diretto da Ottavo Dantone con la regia Jean-Pierre Ponelle. Tutte le info su programma e prezzi su teatroallascala.org

In breve

Alla Triennale c’è “Refocus”, la pandemia raccontata da 40 giovani fotografi

La pandemia raccontata dagli scatti fotografici di 40 giovani fotografi: fino al 21 novembre negli spazi della Triennale di...