Si avvicina la seconda edizione di Siamo seMi, evento gratuito dedicato allo scambio di semi e piante da orto e da giardino (ma anche da balcone) che coinvolge le diverse realtà milanese che si occupano di agricoltura e giardinaggio urbano.

 

L’appuntamento, quest’anno in programma sabato 29 febbraio, è organizzato dall’Orto pedagogico Resistente, orto/frutteto sociale e condiviso con sede in via degli Anemoni 6 (nel Municipio 6) che ha lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza sui temi della sostenibilità e dell’autoproduzione.

L’idea di orto urbano nasce dall’esigenza di tornare al contatto con la terra e i cicli delle stagioni – spiegano i promotori -. I cittadini hanno ormai perso il rapporto con la natura perché possono approvvigionarsi di cibo attraverso la grande distribuzione, i mercati rionali, i negozi di prossimità.

La voglia di coltivare in proprio gli ortaggi non risponde tanto a un bisogno primario di alimentazione, quanto al desiderio di riappropriarsi di competenze e “saperi” che col tempo e la modernità sono andati persi. È quindi importante stabilire dei punti fermi che guidino il lavoro degli “Ortisti Resistenti” fin dalle prime fasi.

I punti fermi di questa realtà riguardano i metodi di coltivazione attinenti al protocollo biologico, l’utilizzo di sementi e cultivar che non siano OGM o ibride, la lotta integrata a parassiti e malerbe (sono ammessi i trattamenti utilizzati nell’agricoltura biologica con concimi certificati).

Il programma della giornata del 29 febbraio è in fase di definizione ma, oltre allo scambio amichevole di semi e piantine, ci saranno laboratori e spettacoli dedicati ai più piccoli e sarà possibile visitare l’orto per scoprire le tecniche di coltivazione urbana e le soluzioni adottate per far crescere gli ortaggi in mezzo ai palazzoni. Non solo. Ci sarà una merenda con prodotti di agricoltori e produttori della provincia di Milano.

Info su ortopedagogicoresistente.wordpress.com.

Una giornata di vero e proprio giardinaggio urbano
Una giornata di vero e proprio giardinaggio urbano