8.9 C
Milano
05. 03. 2021 11:43

Una “nuova” Giulia Molino: «La motivazione è tutto»

A un anno da Amici, una nuova Giulia Molino: «Il virus non blocca la creatività»

Più letti

Madame, un baby fenomeno a Sanremo: «E non ditemi che sono piccola»

La più giovane tra i campioni. La più coraggiosa. Grande personalità, presenza e carisma per Madame: l’esatta rappresentazione di...

La passione di Aiello all’Ariston: «Vi spiego questo sesso ibuprofene»

Dopo un anno di successi, un esordio tanto atteso: c’è il sesso - ma anche una storia d’amore finita...

Un irresistibile sound per Colapesce e Dimartino: «Leggerissimi, noi»

Lo scorso anno si sono uniti dando alla luce il loro primo album di inediti dal titolo I mortali,...

Giulia Molino è stata tra le protagoniste assolute dell’ultima edizione di Amici, conquistando il secondo posto. La pandemia le è servita per buttarsi a capofitto sul lavoro e produrre brani che non vede l’ora di condividere dal vivo con i suoi fan.

Sei tornata con un nuovo singolo, una nuova etichetta, un nuovo look. Tutto nuovo, insomma. Ci spieghi la genesi di Comm’a Ll’aria?

«È un pezzo nato nel periodo pandemico: una sera, mentre ero nella mia stanza d’hotel, ho scritto uno sfogo rimasto nel cassetto per mesi. Credo che la pandemia abbia dato a tutti la possibilità di conoscersi meglio, di scavare dentro noi stessi. In questo brano c’è tanto di Giulia, volevo che coloro che lo ascoltassero si potessero ritrovare nelle mie parole».

Hai avuto modo di collaborare con Lele Blade e Hal Quartièr nel brano Cchiu’ Fort. La scena rapper napoletana è sempre più forte. Con quali ti piacerebbe ancora lavorare?

«Stimo molto Luchè, mi piace il suo modo di approcciare alla musica, penso anche a CoCo e poi Geolier che oggettivamente è forte. Ha un flow particolare, un timbro che mi affascina. Sono molto contenta che la scena napoletana, in ambito urban, sia riuscita a prendersi la sua fetta. Non era cosi scontato».

Quando incide questa situazione nella scrittura dei tuoi testi?

«La pandemia ha bloccato tutto tranne la creatività, l’arte è veramente tutto ciò che ci è rimasto in questo periodo. Sono momenti che ci fanno crescere e ci arricchiscono. La motivazione è il motore assoluto».

Un anno fa, di questi tempi, eri ad Amici. Quanto ti senti cambiata rispetto a un anno fa?

«Sicuramente nell’approccio con la scrittura, mi sento cambiata dal punto di vista della consapevolezza come persona, dato che come artista so già che non sarò mai consapevole al 100%. Il fatto è che di base sono una persona con tante fragilità e insicurezze, quindi tendo a mettermi sempre in discussione nella mia vita».

 

In breve

Milano, per la festa della donna occhio agli scioperi

Sarà una festa della donna probabilmente in zona rossa a Milano. Ma anche con uno sciopero generale proclamato per...