17 C
Milano
14. 06. 2024 04:21

Lost all’Alcatraz con un nuovo album 14 anni dopo: «Noi e Milano siamo cambiati»

La band punk rock alternative dopo aver lanciato un nuovo album (14 anni dopo l'ultimo) dal titolo "Sbagliare e Sognare" stasera si esibirà all'Alcatraz.

Più letti

Weekend speciale per i Lost. La band punk rock alternative dopo aver lanciato un nuovo album (14 anni dopo l’ultimo) dal titolo “Sbagliare e Sognare” stasera si esibirà all’Alcatraz. Sarà l’occasione migliore per presentare un viaggio emozionante attraverso le varie sfaccettature dell’esperienza umana, tramite testi intensi e melodie coinvolgenti. Walter Fontana e Roberto Visentin, i due membri che formano oggi la band, ci hanno raccontato le loro emozioni.

Lost, l’intervista

Che cosa state provando?

«Uscire dopo quattordici anni è una bella sensazione. Ieri a mezzanotte quando abbiamo visto l’album online è stato un colpo al cuore. Ci sono arrivati un sacco di messaggi di complimenti e non vediamo l’ora di suonare all’Alcatraz. Siamo cresciuti e cambiati in questi anni, anche musicalmente. Non volevamo rimanere ancorati alle nostre vecchie sonorità. Quest’album è molto più arrabbiato, crudo e reale. Volevamo riprenderci in mano la nostra vita. I nostri fans sono cresciuti con noi ed è bello averne anche di nuovi. In particolare ci sono uomini che ci hanno detto che già ai tempi ci seguivano, magari nelle retrovie».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Come siete cambiati voi e come è cambiata Milano?

«Milano è cambiata tantissimo. Mi ricordo che le colonne di San Lorenzo erano il punto di ritrovo degli Emo che invece oggi sono quasi spariti. Noi ci andavamo spesso perché c’era un negozio punk. Anche la musica è cambiata con la tecnologia. Se un tempo ascoltavi un album per mesi ora è già tanto se lo fai per una settimana. Noi comunque non siamo ancorati al passati e non vogliamo essere ricordati solo per quanto fatto nel 2008. Ogni nuovo disco è qualcosa di importante. Vogliamo guardare avanti».

Lost, la storia della band

I Lost sono stati tra le band più influenti degli anni 2000. Negli anni hanno ottenuto grandi successi e riconoscimenti (tra cui un Mtv Europe Music Awards nel 2009, un Dvd di Platino, dischi d’oro e numerosissimi altri premi), collaborazioni internazionali (Joel Madden dei Good Charlotte) che hanno permesso alla band di calcare i palchi di tutta Italia con lunghe tournée e che li ha fatti conoscere ad un pubblico via via sempre maggiore.

I Lost oggi

I Lost ora sono tornati con un sound potente, serrato che si avvicina sempre di più alle sonorità pop punk, punk rock d’oltreoceano con testi concreti e melodie dirette, in cui emerge una chiara fotografia dello stato d’animo in cui ci si trova in quest’epoca fatta di insicurezze, solitudine, perdita di contatti umani, paura ma anche speranza e voglia di lottare per i propri sogni.

In breve

FantaMunicipio #34: inizia la stagione dei maxi eventi estivi

Ippodromo San Siro, ippodromo La Maura, San Siro e adesso anche Quinto Romano con il Latin Festival. Milano è...