1.5 C
Milano
01. 12. 2022 07:28

Monopattini a Milano, cambia tutto: diminuiscono operatori e mezzi in città

I perché di questa manovra che va controcorrente rispetto a quanto fatto finora 

Più letti

Soltanto lo scorso luglio il Comune aveva annunciato l’arrivo di altri 750 monopattini a Milano, ora invece si cerca di mettere un freno a tutto questo cercando di limitare il numero di mezzi in circolazione, abbassandolo notevolmente e diminuendo anche le licenze. La mobilità elettrica urbana in sharing più discussa di tutte, dunque, cambia: e da selvaggia e quasi indiscriminata torna ad essere regolamentata. O, perlomeno, questo è quello che rimane nell’immaginario dell’amministrazione. 

Monopattini a Milano, diminuiscono il numero di operatori e i mezzi a disposizione in città

Nel dettaglio, ecco cosa accadrà: nel primo trimestre del 2023 il Comune di Milano emetterà un bando per rinnovare il parco dei monopattini elettrici in sharing a disposizione in città. E, da questo bando pubblico, usciranno vincitori solo tre operatori, quelli che avranno le caratteristiche migliori e più in linea sia con il bando stesso, sia con le necessità dell’amministrazione stessa. Come se non bastasse, inoltre, il numero di monopattini in sharing a Milano verrà ridotto a 5.000 unità.

Monopattini elettrici
Monopattini a Milano

quanti monopattini elettrici ci sono oggi a Milano?

Il cambio è decisamente radicale, perché se è vero che da una parte è stata annunciata la proroga di questa fase di sperimentazione della micromobilità elettrica fino al 26 luglio 2023, dall’altra è altrettanto vero che il cambio di paradigma è netto: attualmente, infatti, dopo l’arrivo a luglio scorso di Bolt Support con i suoi 750 monopattini, i mezzi in circolazione sono ora 6.000, come da regolamento comunale, e ben otto aziende noleggiatrici. 

Milano come Roma e Firenze, regole nuove in arrivo

Per una volta Milano non fa da precursore ma segue quanto accade in altre città. A Roma, ad esempio, la giunta di Roberto Gualtieri ha pubblicato il bando per la selezione di tre operatori. Ad oggi nella capitale ci sono sette società di sharing per un totale di 14.500 monopattini in circolazione. Con il nuovo regolamento gli operatori passeranno da sette a tre, con concessione di durata triennale e con mezzi che potranno essere un numero massimo di 3mila nelle zone centrali e poi equamente divisi tra gli altri Municipi. E poi una targa metallica sui veicoli con aggiunta di Qr code che ne permette l’identificazione immediata, velocità massima di 20 km/h, noleggi solo per maggiorenni e obbligo di iscrizione con carta d’identità. 

Tier monopattini
Tier monopattini

La svolta di Milano 

Per il sindaco Giuseppe Sala «è più un tema di rispetto delle regole, ma servono le regole e serve anche tanto senso civico». A inizio anno intanto la Regione Lombardia ha approvato una proposta di legge al Parlamento chiedendo assicurazione e patentino per tutti. A Firenze, intanto, in monopattino si va con il casco, obbligatorio per gli over 18 così come imposto dalla Giunta guidata dal sindaco Dario Nardella.

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...