8.2 C
Milano
21. 02. 2024 02:18

“Nel mio nome”, il nuovo film di Nicolò Bassetti: gli eventi a Milano

In sala il 13, 14 e 15 giugno con I Wonder Pictures, "Nel mio nome" di Nicolò Bassetti offre spunti importanti sul mondo trans

Più letti

Nico ha 33 anni, Leo 30, Andrea 25 e Raff 23: vengono da varie parti d’Italia. Iniziano la loro transizione di genere in momenti diversi delle loro vite. Giorno dopo giorno devono affrontare con grande coraggio gli ostacoli di un mondo strettamente binario. Avere una vita dignitosa e appagante è una questione di sopravvivenza.

“Nel mio nome”, il nuovo film di Nicolò Bassetti a Milano

In sala il 13, 14 e 15 giugno con I Wonder Pictures, “Nel mio nome” di Nicolò Bassetti offre spunti importanti sul mondo trans, sulla transizione di genere e sulle difficoltà incontrate da tanti ragazzi e ragazze al giorno d’oggi. La problematicità del coming out, la complessità del presentarsi al maschile o femminile a transizione in corso, o ancora la persistenza di immagini stereotipate del transessuale: sono tanti gli ostacoli e resta tanto, tantissimo il lavoro da fare. Piano piano stiamo raggiungendo un concetto di normalità più ampio, ma l’emarginazione continua ad essere ben presente, immarcescibile, perpetua.

"Nel mio nome", il nuovo film Nicolò Bassetti

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Come confermato al “Fatto Quotidiano” da Christian Cristalli, presidente dell’associazione bolognese Gruppo Trans Aps, quasi una persona trans su due ha subito episodi di discriminazione sul lavoro, e molti decidono di non denunciare per le possibili ripercussioni. Senza dimenticare, per quanto riguarda l’accesso al lavoro, lo scoglio rappresentato dalla discrepanza tra il nome scritto sul curriculum e l’identità sociale e l’aspetto del candidato al colloquio. Restituire l’umanità è il primo passo necessario e da questo punto di vista serve un cambio di passo nelle leggi. In Europa le norme sull’identità di genere non sono omogenee e solo undici Stati prevedono tutele per le discriminazioni basate sull’identità di genere.

In Italia, ad esempio, serve ancora diverso tempo per ottenere i documenti rettificati: una situazione che tiene le persone transgender in sospeso per mesi, se non addirittura anni. Qualcosa però sta mutando e i segnali positivi arrivano soprattutto dal grande lavoro delle associazioni, tramite sportelli e campagne di sensibilizzazione. Importante, inoltre, l’istituzione a Milano del “Registro per il riconoscimento del genere di elezione dedicato alle persone transgender e non binarie”: al posto del deadname, sarà consentito alle persone trans di usare i loro nomi sui documenti comunali. La strada da fare è ancora molta, ma passettin per passettino…

A Milano in programma un doppio evento mercoledì 15 giugno 2022:
  • Alle ore 20.30, presso l’Anteo Palazzo del Cinema, prima della proiezione il regista Nicolò Bassetti introdurrà il film. In sala sarà inoltre presente Gaia Morrione, produttrice esecutiva della pellicola insieme a Elliot Page.
  • Alle ore 21.30, presso il Cinema Beltrade, prima della proiezione il regista Nicolò Bassetti e il cast introdurranno il film e risponderanno alle domande del pubblico con la mediazione di Priscilla Robledo e Greg Cambielli di Festival Mix. In sala saranno presenti i produttori Marcello Paolillo, Lucia Nicolai e Gaia Morrione.

In breve

FantaMunicipio #20: una città più a suon di musica

La notizia della settimana per la città riguarda senza dubbio la musica e la presentazione, effettuata nel corso di...
A2A
A2A