1.3 C
Milano
29. 01. 2022 09:26

Triennale Milano, in mostra il genio Saul Steinberg in un viaggio tra Milano e New York

Dal 15 ottobre al 13 marzo una mostra monumentale ripercorre la storia e le opere dell'artista rumeno formatosi a Milano e trasferitosi a New York

Più letti

Saul Steinberg Milano-New York apre oggi al pubblico alla Triennale Milano. Un omaggio al genio di Saul Steinberg che al capoluogo lombardo ha dedicato molte delle sue opere. La mostra, a cura di Italo Lupi e Marco Belpoliti con Francesca Pellicciari, è realizzata in collaborazione con Electa e sarà visibile fino al 13 novembre.

In mostra alla Triennale Milano oltre 300 opere

Saul Steinberg (1944 – 2011) ebreo nato in Romania, si trasferisce a Milano a causa dell’antisemitismo per studiare al Regio Politecnico. Espulso dal paese per motivi razziali, raggiunge gli Stati Uniti, dove si arruola nell’esercito per raccontare la guerra in Cina, India, Nord Africa. Artista e illustratore di fama mondiale nella sua carriera Steinberg ha collaborato con i principali periodici statunitensi, tra cui “Life, “Time”, “New Yorker” e “Harper’s Bazaar”

In mostra 350 opere, provenienti da fondazioni e musei di tutto il mondo. Di queste 89 rimarranno a Milano come donazione dalla Fondazione Steinberg di New York presso la Biblioteca Braidense. Tra le sale della Triennale Milano disegni a matita, a inchiostro, a pastello, maschere disegnate su carta da indossare mettono in luce il lavoro poliedrico e multiforme di Saul Steinberg (1944 – 2011).

In esposizione anche le illustrazioni realizzate per le riviste satiriche negli anni Trenta come il Bertoldo, la sua testimonianza diretta dal fronte del conflitto mondiale e tanta Italia. Soprattutto la sua amata Milano, alla quale deve la sua formazione, ma anche tantissima New York, a partire dalle famose copertine del “The New Yorker”. E proprio a Milano è dedicato il nucleo centrale della mostra. Un’opera specificatamente realizzata da Steinberg per il capoluogo lombardo: quattro disegni preparatori, ciascuno composto da una striscia di carta lunga fino a 10 metri, che, vennero incisi con la tecnica a “sgraffito” sui muri del Labirinto dei ragazzi.

La mostra è accompagnata da un libro-catalogo, edito da Electa, dal titolo Steinberg A-Z, organizzato come una “enciclopedia” contemporanea.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...