21.8 C
Milano
26. 06. 2022 08:00

Che fine ha fatto Luca Bernardo? Da Milano al… Consiglio dei Ministri

Nuova ascesa politica per il pediatra del Fatebenefratelli. O no?

Più letti

In molti si chiedono: che fine ha fatto Luca Bernardo? E pensare che, per alcuni, l’ormai ex candidato sindaco del centrodestra alle elezioni comunali di Milano potrebbe far parte benissimo del prossimo Consiglio dei Ministri.

Da Milano al Consiglio dei Ministri, che fine ha fatto Luca Bernardo? 

Passo indietro. Luca Bernardo è uscito con le ossa rotte dalle elezioni comunali di Milano del 2021, che hanno visto la riconferma di Beppe Sala alla guida della città con la giunta di centrosinistra. Ma, nonostante questo, c’è chi ancora potrebbe inserirlo nei suoi disegni politici, mantenendo fede ad una linea comune al centrodestra. Questa, tra le righe, è l’ipotesi che si fa largo nelle parole di Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, l’unica forza politica al momento all’opposizione nel Governo guidato da Mario Draghi. 

La nomination di Giorgia Meloni

Ospite qualche giorno fa da Bruno Vespa, la Meloni ha dichiarato: «Se vinceremo le elezioni, per il consiglio dei ministri, ho in mente nomi di persone esterne a Fratelli d’Italia, ma con noi compatibili. Persone della società civile con cui intrattengo rapporti che hanno grande competenza e il coraggio che serve». L’utilizzo di ‘persone della società civile’ è stato proprio il leitmotiv del centrodestra.

Le persone della società civile servono in campagna elettorale?

Luca Bernardo, di mestiere, fa il pediatra all’ospedale Fatebenefratelli. Ed è tornato proprio a fare quello, materia per la quale ha studiato per molti anni. E in molti dicono che, terminato l’agone politico, il diretto interessato abbia chiuso il cerchio con un laconico «Ma chi me l’ha fatto fare!».  Eppure la sua candidatura a sindaco da parte di tutto il centrodestra era stata tutto fuorché improvvisata. Un anno di casting, decine di candidature e la scelta del pediatra. Lasciato, però, poi solo alla deriva. E da lì una serie di gaffe: la polemica sul fascismo e l’antifascismo, il vocale in chat chiedendo i soldi ai partiti altrimenti si sarebbe ritirato, la santificazione dei mezzi ATM e, in generale, la sensazione che a pochi importasse del suo futuro politico. Come se fosse stata una vittima sacrificale. Ha senso una nuova candidatura con questi crismi. E soprattutto, che fine ha fatto Luca Bernardo il politico? Tornerà mai? Giorgia Meloni, per lui, troverebbe un posto in Consiglio dei Ministri.

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...