2.3 C
Milano
21. 01. 2021 02:17

Comunali, Sala: «Il candidato del centrodestra? Subirà il diktat di Salvini»

Il sindaco Sala commenta il rimpasto al Pirellone e parla delle future Comunali: le dichiarazioni

Più letti

Bollettino regionale, leggero aumento di ricoveri nei reparti ospedalieri: Milano, +187 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 1.876, di cui 73 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

«Basta, siamo stremati», una nuova protesta dei ristoratori: cesti di prodotti scaduti per il Prefetto

I ristoratori sono nuovamente sul piede di guerra. Domani andrà in scena una nuova manifestazione che si svolgerà al...

Terza ondata? Galli: «Al momento non ci sono segnali»

Quando arriverà la terza ondata? Molto probabilmento non ora. Ne è convinto il professor Massimo Galli, direttore del reparto...

Il sindaco Sala ha rilaciato una lunga intervista a La Repubblica dove ha parlato a 360 gradi sia del nuovo cambio di giunta in Regione, che delle prossime Comunali a Milano.

Le dichiarazioni.  «Il cambio dell’assessore alla Sanità in Lombardia è la certificazione del fallimento, mi sembra chiaro – ha dichiarato Sala -; di fatto stiamo assistendo a un vero e proprio commissariamento che la Regione subisce dai leader nazionali dei partiti che la governano, apparentemente senza avere voce in capitolo sulle scelte. Sono quasi 5 anni che sono sindaco e non una volta ho subito pressioni o interferenze dai partiti».

Secondo il parere del primo cittadino il modus operandi visto a livello regionale sarà replicato anche nelle prossime Comunali da parte del centrodestra. «Chiunque sia il candidato del centrodestra, non sposto il mio percorso, ma certo esiste un punto fermo – rileva – subirà i diktat di Salvini. E non mi pare che Milano voglia questo».

Giuseppe Sala
Giuseppe Sala

Su come imposterà invece la campagna di avvicinamento al voto, Sala afferma: «Io sono intanto già partito con grande intensità – osserva – a breve chiarirò quali sono i partiti e le liste che mi supportano. E voglio seriamente dare spazio ai giovani. Faccio un’anticipazione. Dobbiamo accelerare la trasformazione ecologica di Milano; ritengo fondamentale il contributo che i Verdi di Milano potranno dare alla mia candidatura in termini di competenze, con la loro storia e cultura politica, possono avere un ruolo significativo. È il momento di lavorare insieme».

Moratti. Sul neo assessore al Welfare, Letizia Moratti, ha invece affermato:«Evidentemente Salvini e Berlusconi hanno pensato che fosse meglio un politico piuttosto che un tecnico. O chissà, la stanno preparando per le prossime elezioni come candidata post-Fontana. Vedremo se Moratti avrà il coraggio di cambiare e, quando servirà, anche di rinnegare scelte regionali del passato».

In breve

«Venite, ho sparato ad una persona in metro», lo scherzo finito male di un ragazzino milanese

Gli uomini del 118 hanno ricevuto una richiesta d'aiuto lo scorso lunedì: dall'altra parte del telefono qualcuno che affermava...

Potrebbe interessarti