21.9 C
Milano
19. 05. 2022 01:51

“I soliti ignoti”, un cult del cinema italiano

Il capolavoro di Monicelli arriva sul palcoscenico

Più letti

Il regista Vinicio Marchioni porta al Manzoni l’adattamento teatrale di un film cult del cinema italiano come I soliti ignoti di Mario Monicelli. Giuseppe Zeno e Fabio Troiano guidano un gruppo di maldestri ladri improvvisati pronti a regalare agli spettatori gesta esilaranti nel tentativo di rapinare il banco dei pegni. La storia è ambientata nel Secondo dopoguerra in un’Italia povera ma con tanta voglia di risorgere.

“I soliti ignoti” al Manzoni

L’adattamento curato da Antonio Grosso e Pier Paolo Piciarelli omaggia la sceneggiatura originale riuscendo a rendere moderna quell’epoca lontana e consentendo al pubblico di rivivere le atmosfere del periodo. «È una storia bella e necessaria, che ci parla del presente immergendoci nel passato – spiega il regista – La povertà del dopoguerra è una piaga che resiste ancora oggi, sebbene in altre forme, in tante zone d’Italia. Spero che gli spettatori possano uscire dal teatro con gli stessi sentimenti che provo io dopo una visione del film: divertiti, commossi e innamorati di quei personaggi».

Da stasera al 20 febbraio
Da martedì a sabato alle 20.45
Domenica alle 15.30
Teatro Manzoni
Via Manzoni 42, Milano
Biglietti: da 23 euro su teatromanzoni.it

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...