8.5 C
Milano
21. 04. 2024 23:52

Atm, lanciata petizione contro la riduzione delle corse di bus e tram a Milano. La richiesta è di più mezzi

La riduzione dei servizi e delle corse dell'ATM sta causando disagi

Più letti

La riduzione dei servizi e delle corse dell’ATM sta causando disagi a numerosi residenti di Milano, che si sentono improvvisamente più isolati all’interno della città. Il Comitato di Quartiere Basmetto, situato a Gratosoglio, nel sud di Milano, ha avviato una petizione sul sito web del Comune per protestare contro questa situazione.

Atm, la petizione

«La linea Bus 79, le linee Tram 3 e 15 chiamate linee di forza molto importanti perché collegano la periferia sud di Milano Gratosoglio e Rozzano al centro della città, trasportano ogni giorno migliaia di lavoratori, studenti, persone che si muovono per acquisti, visite mediche, commissioni varie, a seguito del “taglio delle corse” hanno tempi di attesa che spesso superano i 20’ creando così sovraffollamento e tempi lunghi per raggiungere le destinazioni».

crisi del trasporto pubblico, autisti atm
crisi del trasporto pubblico, autisti atm

Atm, i problemi

«A titolo esemplificativo, dalla comparazione della tabella della frequenza oraria della linea 79 in vigore prima della “rimodulazione” (dal 4/9/23) con quella dopo la “rimodulazione” (dal 13/11/23) emerge che c’è stato un taglio del 16,48% delle corse giornaliere corrispondente a 15 corse giornaliere in meno».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

«La conseguenza dell’inefficienza del servizio di trasporto pubblico influenza anche la qualità dell’aria che respiriamo in quanto molte persone preferiscono utilizzare l’auto per raggiungere la destinazione. I dati dell’Agenzia Europea per l’Ambiente lo certificano in modo evidente, per la sola esposizione al biossido di azoto (inquinante prevalentemente attribuibile alla combustione dei mezzi di trasporto) ogni anno muoiono prematuramente migliaia di persone».

Atm, le richieste

Le richieste della petizione sono chiare: «ripristinare il servizio di trasporto pubblico in vigore il 4/9/2023 delle linee di superficie 79 linea 3 linea 15 e delle ulteriori 28 linee (41-42-51-52-60-81- 82- 1, 10, 14, 47, 50, 58, 74,- 78, 85, 325, 34, 45, 54, 62, 65, 66, 84, 90/91 2, 19, 24) interessate dal taglio entrato in vigore nel mese di Novembre 2023».

«Chiediamo di investire sul trasporto pubblico di qualità, efficace, efficiente, competitivo, sostenibile che garantisca. Regolarità, cioè passaggio dalla fermata al momento in cui è previsto; Rapidità, tempo ragionevole per raggiungere la destinazione; Intensità, cioè frequenza dei passaggi alle fermate; Confort, quindi non eccessivo affollamento, ma anche pulizia dei mezzi; Costo equo del prezzo del biglietto / abbonamento; Sostenibilità ambientale e mitigazione del cambiamento climatico in atto; Salvaguardia della salute dei cittadini».

In breve

FantaMunicipio #26: come tanti Ciceroni fai da te, alla scoperta di alcuni angoli di quartiere

Quante volte camminiamo per la città, magari distratti o di fretta, e non ci accorgiamo di quello che ci...