15.5 C
Milano
13. 04. 2024 02:54

Una bicipolitana per trasformare Milano una nuova Amsterdam: il progetto della rivoluzione verde

L'introduzione di zone a traffico limitato (ZTL) più stringenti, la proliferazione di nuove piste ciclabili e l'eventuale limitazione del traffico in alcune aree rappresentano solo l'inizio di una trasformazione più ampia

Più letti

Una bicipolitana per trasformare Milano in una nuova Amsterdam. Succede in un’era, quella attuale, in cui la mobilità urbana sta subendo rapidi cambiamenti, con Milano che emerge come un laboratorio vivente di innovazione. L’introduzione di zone a traffico limitato (ZTL) più stringenti, la proliferazione di nuove piste ciclabili e l’eventuale limitazione del traffico in alcune aree rappresentano solo l’inizio di una trasformazione più ampia. Al centro di questo cambiamento vi è un progetto audace: la Bicipolitana, un’idea che promette di trasformare Milano in una “nuova Amsterdam”.

bicipolitana città milano
bicipolitana città milano

Una bicipolitana per trasformare Milano, una rete ciclabile interconnessa

Tra ciclabili mancanti e la prepotenza automobilistica, il potenziale di miglioramento è palpabile. In questo contesto, emerge il progetto di una rete ciclabile interconnessa che potrebbe rivoluzionare il modo in cui i milanesi si muovono in città. La bicipolitana, appunto.

Una bicipolitana per rendere il trasporto su due ruote più sicuro ed efficace

Il progetto della bicipolitana prevede la creazione di un sistema integrato di piste ciclabili, con l’obiettivo di rendere il trasporto su due ruote non solo più sicuro ma anche più efficiente. L’aspetto innovativo sta nel collegare diversi quartieri e periferie, replicando la funzionalità e l’efficienza delle reti metropolitane, ma dedicata ai ciclisti.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Il costo per la realizzazione è di circa 42 milioni di euro

Il costo stimato per realizzare la bicipolitana è di circa 42 milioni di euro, cifra che raggiungerebbe i 50 milioni includendo la creazione di velostazioni per il parcheggio sicuro delle biciclette. Sebbene questi numeri siano preliminari, l’idea ha già guadagnato attenzione e si avvia a essere discussa dalla Commissione Mobilità Attiva del Comune di Milano.

Una parte dell’infrastruttura necessaria esiste già

Questa visione risponde al desiderio di molti cittadini milanesi di avere un’alternativa sicura, ecologica e efficiente all’auto. Parte dell’infrastruttura necessaria esiste già; ciò che serve è un piano integrato per connettere e ampliare questa rete. Le nuove ciclabili sarebbero progettate per garantire la sicurezza, con separazioni fisiche da auto e moto, offrendo una soluzione di mobilità inclusiva anche per i più giovani. Mentre il progetto attende ulteriori sviluppi e approvazioni, la comunità ciclistica milanese osserva con speranza. Se realizzata, la Bicipolitana non solo migliorerebbe la qualità della vita in città ma posizionerebbe Milano all’avanguardia nelle politiche di mobilità sostenibile in Europa.

In breve

FantaMunicipio #26: come tanti Ciceroni fai da te, alla scoperta di alcuni angoli di quartiere

Quante volte camminiamo per la città, magari distratti o di fretta, e non ci accorgiamo di quello che ci...