3.8 C
Milano
10. 12. 2022 10:23

Impianti termici, prorogato l’avvio

Il 22 ottobre ci sarà l'accensione dei riscaldamenti: ecco come si può risparmiare

Più letti

Doveva essere la classica settimana dell’accensione degli impianti di riscaldamento. Invece, il decreto emanato dal ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, ha definito i nuovi limiti temporali di esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale e la riduzione di un grado dei valori massimi delle temperature degli ambienti riscaldati, da applicare per tutta la stagione invernale. Il piano riduce di un’ora al giorno l’accensione e accorcia di 15 giorni, posticipando di 8 giorni la data di inizio e anticipando di 7 la data di fine esercizio.

Slitta al  22 ottobre la data per l’accensione degli impianti termici

Milano ricade nella zona E per un totale di 13 ore giornaliere di accensione, dal 22 ottobre al 7 aprile. Tuttavia, in presenza di situazioni climatiche particolarmente severe, il Comune, con proprio provvedimento motivato, può autorizzare l’accensione degli impianti termici alimentati a gas anche al di fuori dei periodi indicati al decreto, purché per una durata giornaliera ridotta.

Sono previste delle esenzioni, in particolare non si applicano agli edifici adibiti a luoghi di cura, scuole materne e asili nido, piscine, saune e assimilabili e agli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e simili per i quali le autorità comunali abbiano già concesso deroghe ai limiti di temperatura dell’aria, oltre che agli edifici che sono dotati di impianti alimentati prevalentemente a energie rinnovabili.

Con la crisi energetica e i rincari in bolletta, quasi un italiano su cinque (19%) per risparmiare ha già rinunciato all’uso dei fornelli, cucinando di meno e indirizzandosi verso pietanze che non necessitano di essere cotte. E’ quanto emerge da un sondaggio della Coldiretti sull’impatto del caro energia nelle cucine del Paese. Un altro 53% ha adottato accorgimenti per risparmiare gas. Solo il 27% dei cittadini dichiara di non aver cambiato le proprie abitudini di consumo in cucina.

Per sostenere l’impegno dei cittadini per il risparmio, i cuochi-contadini di Campagna Amica hanno preparato un vademecum che va dal fare attenzione all’uso delle stoviglie al modificare tempi e modalità di cottura: meglio usare pentole che consentono il risparmio di energia come quella a pressione o per cotture plurime (bollitura e vapore) e utilizzare il coperchio quando è possibile. Importante, anche, utilizzare il fornello adeguato alle dimensioni della pentola che si sta utilizzando e verificare che la fiamma del fornello sia di colore blu, che indica efficienza nella combustione. Inoltre Coldiretti consiglia di ridurre la cottura dei cibi. Ergo: pasta più al dente, carne più al sangue.

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...