21.5 C
Milano
25. 06. 2024 13:39

Incidente mortale a Milano, camion travolge e uccide una ciclista in viale Caldara

A perdere la vita una donna di 28 anni, travolta nei pressi di un incrocio mentre si trovava in bicicletta

Più letti

Ancora un incidente mortale a Milano, ancora una vittima della strada: il tragico sinistro è avvenuto intorno alle 10.00 del mattino di martedì 29 agosto in viale Caldara, a pochi passi a Porta Romana. A perdere la vita una donna di 28 anni, travolta da un camion nei pressi di un incrocio mentre si trovava in bicicletta. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con un’ambulanza e un’automedica ma per lei non c’è stato niente da fare.

Incidente mortale a Milano, il secondo in poche ore

È la seconda vittima di un incidente stradale in città nel giro di poche ore: ieri pomeriggio, in pieno centro, un taxi ha investito e ucciso un anziano di 89 anni. L’uomo stava attraversando la strada in via Francesco Pecorari, dietro a Palazzo Reale. Inutili i soccorsi e il trasporto al Policlinico in codice rosso: l’89enne è morto poco dopo essere stato trasportato al nosocomio meneghino.

Incidente mortale a Milano
Incidente mortale a Milano

Incidente mortale a Milano, sempre più vittime in bici

Un trend preoccupante è quello che riguarda i ciclisti uccisi negli incidenti stradali in città. Lo scorso 22 giugno una donna di 60 anni è deceduta al Policlinico dopo essere stata travolta con la sua bici dal conducente di una betoniera. Un mese prima, l’8 maggio, un altro ciclista – un uomo di 55 anni – era stato travolto e ucciso da un camion in via Comasina. E ancora il 20 aprile, in corso di Porta Vittoria, una ciclista di 39 anni era stata investita e uccisa da una da una betoniera.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Incidente mortale a Milano, novità in arrivo da ottobre

Per cercare di mettere un freno a queste tragedie, dal primo ottobre a Milano sarà vietata la circolazione dei mezzi pesanti senza i sensori per la rilevazione dell’angolo cieco nello specchietto. Lo ha stabilito la giunta comunale nel suo pacchetto mobilità. La delibera modifica la disciplina di Area B e impedisce il divieto di accesso e circolazione in città per i mezzi a partire dalle 3,5 tonnellate non dotati di sistemi per la rilevazione dell’angolo cieco nello specchietto, capaci di rilevare la presenza di pedoni e ciclisti situati in prossimità della parte anteriore del veicolo o sul lato del marciapiede e di emettere un segnale di allerta.

In breve

FantaMunicipio #36: l’eterno movimento dei progetti che riscrivono la città

Questa settimana facciamo il punto su tanti progetti che, in piccolo o in grande, si propongono di dare un...