14.8 C
Milano
13. 06. 2024 03:52

La protesta dei residenti di Nolo: «Noi, terra di nessuno; e al Comune va bene così»

«Le regole sono saltate, per incapacità o malafede delle istituzioni»

Più letti

Monta la protesta dei residenti di Nolo, uno dei quartieri di Milano che più di tutti sta vivendo un momento di grande cambiamento. E questa volta i cittadini se la prendono con tutti, con le istituzioni ma anche i media che, a loro dire, «fanno da cassa di risonanza a una narrazione completamente appiattita».

La protesta dei residenti di Nolo

Sulla pagina Instagram noloresidenti_comitato si legge: «Un altro esempio di come i media fanno da cassa di risonanza a una narrazione completamente appiattita su quella della nostra amministrazione. Anche quella di @will_ita , purtroppo non fa bene al quartiere e ai suoi abitanti». Il riferimento è, per l’appunto, ad un articolo del sito di informazione Will Italia: «Nasconde i problemi e fa da ostacolo ad un sano dibattito su questioni molto delicate come gentrificazione e socialità».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @noloresidenti_comitato

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

La protesta dei residenti di Nolo prende di mira il progetto della piazza Arcobaleno

A far da perno per la protesta dei residenti di Nolo è la trasformazione della Piazza Arcobaleno: «Il progetto della piazza è un progetto tattico, sperimentale, che non è stato gestito e che al momento non prevede un’evoluzione. Un qualcosa lasciato a metà, che non si vuole più gestire. – si legge ancora – Nolo è da tempo ormai “Terra di nessuno”, perché le regole sono saltate con la compiacenza delle istituzioni, che continuano a girarsi dall’altra parte, per incapacità o malafede. E per i pochi che ancora credono nell’impegno civico, nel rispetto dello spazio pubblico, nell’inclusività e nella coesistenza rispettosa, come noi, l’unica soluzione sembra essere la rassegnazione ad assistere a una trasformazione di Nolo in un quartiere più da consumare che da vivere».

Cosa chiede il comitato con la protesta dei residenti di Nolo

La nota conclude: «Come comitato da tempo chiediamo interventi mirati, e studiati per la specificità delle problematiche che si sono generate. Poter dormire di notte non è un passatempo come un altro, che si può o non si può fare, è un diritto da tutelare sempre, perché riguarda la salute delle persone. Non siamo una favoletta per gonfiare il mercato immobiliare. Ascoltate i residenti, non fatevi abbagliare anche voi dai titoli per le guide turistiche». 

La storia del quartiere Nolo di Milano

La storia del quartiere Nolo di Milano è molto interessante. Questa zona, situata a nord-est della città, era un tempo un’area industriale in cui si concentravano diverse attività manifatturiere. Tuttavia, negli ultimi decenni, il quartiere ha subito una trasformazione radicale, diventando un luogo di grande attrattiva per giovani artisti e professionisti creativi. Oggi, il Nolo è noto per i suoi locali alla moda, le gallerie d’arte e gli spazi espositivi, nonché per la vivace vita notturna che lo caratterizza. 

La storia della nuova Piazza Arcobaleno nel quartiere di Nolo a Milano

è una storia di inclusione e di comunità. La piazza è stata creata grazie all’impegno dei residenti del quartiere, che hanno deciso di trasformare un’area abbandonata in un luogo accogliente e colorato. Ogni dettaglio della piazza è stato curato con attenzione, dalle panchine dipinte a mano ai fiori che adornano i giardini. La Piazza Arcobaleno è diventata un punto di incontro per le diverse comunità che vivono nel quartiere, un luogo dove tutti sono benvenuti e dove si possono organizzare eventi e attività per tutti i gusti. Questo, perlomeno, era il disegno originale del progetto.

In breve

FantaMunicipio #34: inizia la stagione dei maxi eventi estivi

Ippodromo San Siro, ippodromo La Maura, San Siro e adesso anche Quinto Romano con il Latin Festival. Milano è...