6 C
Milano
22. 04. 2024 15:49

Uomo si suicida precipitando dal Palazzo di Giustizia a Milano

Sul posto 118 e Carabinieri per le indagini, transennata l'area

Più letti

Tragedia a Palazzo di Giustizia a Milano, dove un uomo è morto precipitando dai piani alti della struttura di Corso di Porta Vittoria.

Uomo precipitato da Palazzo di Giustizia di Milano. Il procuratore Viola: «Ipotesi suicidio è quella prevalente»

A dare l’allarme sono stati alcuni dipendenti al lavoro all’interno degli uffici giudiziari, che hanno provveduto immediatamente ad avvertire il 118 e i carabinieri, prontamente arrivati sul posto. Secondo quanto dichiarato dal procuratore della Repubblica di Milano, Marcello Viola, «si tratta di una persona estranea all’ambiente giudiziario e, al momento, l’ipotesi prevalente è quella del suicidio».

Sul posto, oltre agli operatori del 118 e agli uomini delle forze dell’ordine, sono presenti il procuratore generale di Milano, Francesca Nanni e i procuratori aggiunti Tiziana Siciliano e Eugenio Fusco, oltre allo stesso Viola. L’area è stata transennata in attesa di concludere tutte le verifiche del caso.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Il fatto è accaduto attorno alle 12.30, quando la vittima si sarebbe buttata dal bagno delle cancellerie del gip, al settimo piano. Secondo quanto trapelato nei primi minuti dopo la tragedia, l’uomo (sulla cinquantina) aveva con se i documenti, un tesserino da avvocato e un biglietto in tasca nel quale annunciava la volontà di togliersi la vita per una serie di problemi di tipo economico e personale. Le indagini, coordinate dal pm di turno Cristiana Roveda, hanno finora escluso che avesse delle udienze in previsione nella giornata di oggi. Si sta cercando di capire se fosse indagato o se avesse dei precedenti a suo carico.

In breve

FantaMunicipio #26: come tanti Ciceroni fai da te, alla scoperta di alcuni angoli di quartiere

Quante volte camminiamo per la città, magari distratti o di fretta, e non ci accorgiamo di quello che ci...