24.1 C
Milano
29. 05. 2024 18:02

Pista ciclabile in corso Sempione, finalmente ripartono i lavori: sarà pronta a ottobre

Dopo diversi stop e rallentamenti dovuti alla mancanza dei materiali, i cantieri tornano a regime: l'opera sarà pronta tra 6 mesi

Più letti

Si sblocca il cantiere della pista ciclabile in corso Sempione: riprendono i lavori da viale Melzi d’Eril a via Procaccini sul lato dei civici dispari e da viale Melzi d’Eril a via Agudio sul lato civici pari. Interventi che rappresentano il 70% dei lavori dell’intera tratta e saranno terminati ad agosto, mentre per poter utilizzare l’intera pista ciclabile bisognerà attendere ottobre, quando finalmente tutti i cantieri saranno definitivamente conclusi.

Pista ciclabile in corso Sempione, la soddisfazione dell’assessore Giungi

«Ad aprile del 2013 depositavo in Consiglio comunale un ordine del giorno in cui chiedevo che le alberate di corso Sempione, occupate dalle macchine parcheggiate in divieto, divenisse una pista ciclabile e un percorso pedonale – scrive il consigliere comunale del Pd, Alessandro Giungi -. Con il Municipio 8, con Simone Zambelli, Giulia Pelucchi, Fabio Galesi, Paolo Romano in questi 10 anni abbiamo continuato a insistere e a chiedere che il progetto divenisse realtà. Adesso ci siamo veramente: a ottobre termineranno i lavori e la città avrà un nuovo bosco orizzontale, con 328 nuovi alberi, pista ciclabile e pedonale. Sono le cose che mi ripagano di tanti sacrifici.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Il progetto della pista ciclabile in corso Sempione

Il progetto della pista ciclabile in corso Sempione risale all’aprile 2018 ed è stato affidato a Metropolitana Milanese per 4 milioni di euro. Saranno realizzate due ciclabili monodirezionali con percorsi pedonali riservati e verranno realizzati nuovi spazi verdi e pedonali con aree per la sosta e il ristoro di pedoni e ciclisti, panchine, fontanelle e zone d’ombra. Prevista anche una riqualificazione per tutti gli attraversamenti pedonali e le banchine dei tram.

Pista ciclabile in corso Sempione, aumenta il verde

I percorsi ciclabili saranno realizzati con una pavimentazione in terra consolidata e stabilizzata, che evita il sollevamento di polveri e il deterioramento superficiale causato dagli agenti atmosferici. Per quanto riguarda i percorsi pedonali, questi saranno fatti in conglomerato ecologico quindi con una maggiore capacità drenante. Verranno inoltre piantati 328 nuovi alberi, tra cui 48 platani e altre piante ornamentali come peri, ibischi e ciliegi a cui si aggiungeranno quasi duemila piante di rose.


A ottobre avevamo scritto

La fine dei cantieri per la pista ciclabile in corso Sempione slitterà ad aprile 2023, se non più avanti. I lavori per la costruzione della pista ciclopedonale sono ancora lontani dal terminare, così come confermato dalla presidente del municipio 8, Giulia Pelucchi: «Il cantiere in oggetto ha fatto registrare effettivi ritardi dovuti alle attuali condizioni di mercato, principalmente in termini di diponibilità e tempistiche di approvvigionamento dei materiali», è la spiegazione fornita da Palazzo Marino.

Corso Sempione, la mancanza dei materiali

«Le principali difficoltà lamentate dall’appaltatore ad oggi sono relative alle forniture di cordoli, elementi fondamentali per lo sviluppo degli interventi che attualmente nell’ambito nel tessuto urbano stanno interessando anche molte altre zone distribuite sull’intero territorio del Comune di Milano, linea 4 e altri cantieri – ha chiarito l’amministrazione riguardo i lavori in Corso Sempione -. Conseguentemente la richiesta risulta di molto superiore dell’offerta con incremento dei prezzi di acquisto già pesantemente condizionati dall’attuale momento di crisi del mercato in generale».

Il nuovo cronoprogramma

I ritardi hanno così causato una revisione del cronoprogramma delle attività che tenga conto dei disagi degli interventi in corrispondenza degli incroci semaforici di corso Sempione, in modo che vengano messe in atto tutte le azioni possibili per recuperare i rallentamenti subiti. «L’ultimazione dei lavori è contrattualmente prevista entro il 31.12.2022 ma riteniamo che possa subire uno slittamento di circa 3, 4 mesi, prevedendo – ha concluso Palazzo Marino – una restituzione progressiva alla cittadinanza delle aree completate, anticipatamente alla citata scadenza».

In breve

FantaMunicipio #32: nuove pedonalizzazioni, ci vuole tattica per rallentare

Questa settimana torniamo a parlare di mobilità lenta, di sicurezza stradale e di pedonalizzazioni: sono infatti state approvate alcune...