5.9 C
Milano
25. 04. 2024 06:50

Pista ciclabile sul ponte della Ghisolfa: a che punto siamo

I cittadini chiedono a gran voce una nuova pista ciclabile sul ponte della Ghisolfa: ogni giorno ci passano centinaia di adulti, ragazzi, ma anche bambini che vanno a scuola. A fare il punto della situazione oggi è il consigliere Alessandro Giungi

Più letti

Una pista ciclabile sul ponte della Ghisolfa per facilitare il passaggio dei ciclisti e per garantire sicurezza a chi, ogni giorno, deve attraversare quel preciso tratto di strada. Sono sempre di più i milanesi che la chiedono a gran voce, soprattutto dopo i recenti avvenimenti che hanno sconvolto la città di Milano. L’inizio dei lavori era previsto per il 2023, ma che punto siamo davvero oggi? Scopriamolo subito.

Pista ciclabile sul ponte della Ghisolfa: cosa c’è da sapere sul progetto

La scorsa estate l’assessora comunale alla Mobilità Arianna Censi, in Consiglio, rispondendo a una domanda postale dal consigliere del Pd Alessandro Giungi, parlava così del progetto della nuova pista ciclabile sul ponte della Ghisolfa: «L’obiettivo – sosteneva – è avviare i lavori entro la fine del 2023». E ancora: «C’è la volontà dell’assessorato di fare questo percorso ciclabile, ma vogliamo realizzarlo in tutta sicurezza, perché quel percorso non è tra i più semplici. Prevede anche interventi molto seri anche sul percorso della filovia».

Pista ciclabile sul ponte della ghisolfa

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Si era poi fatta una previsione sulla spesa: per realizzare la pista ciclabile sul ponte della Ghisolfa ci vorrebbero non meno di 250mila euro, che sono invece quelli che il Comune di Milano sarebbe pronto a dare. Così, Arianna Censi commentava: «Noi ci prendiamo carico di realizzarla, sapendo però che 250mila euro non bastano».

«Le attività necessarie prima dell’avvio dei lavori? Redigere l’incarico ad Atm per la progettazione, individuare le modalità di finanziamento dei lavori e preparare il progetto della ciclabile». Per quanto riguarda i tempi – concludeva l’assessora – «ci siamo dati l’obiettivo di completare le attività progettuali e di dare avvio ai lavori entro la fine del 2023. La durata dei lavori è dettata prevalentemente dalle opere legate alla filoviaria: c’è la necessità di allungare la linea elettrica perché deve superare il percorso della ciclabile».

Pista ciclabile sul ponte della Ghisolfa: a che punto siamo oggi? Giungi risponde

A dirci a che punto siamo oggi, febbraio del 2023, con la realizzazione della pista ciclabile sul ponte della Ghisolfa è direttamente Alessandro Giungi (Consigliere comunale, membro del Gruppo Consiliare del partito del sindaco di Milano Beppe Sala, nonché presidente della Commissione Olimpiadi e Paralimpiadi Milano Cortina 2026).

Su Instagram, pubblicando la foto con lo slogan «A.A.A. Pista ciclabile cercasi», scrive: «Oggi in Commissione consigliare, dedicata ad un bellissimo progetto di ciclabilità scolastica, ho chiesto all’Assessora Arianna Censi a che punto fosse il progetto di realizzazione della pista ciclopedonabile sul ponte della Ghisolfa che garantirà la sicurezza alle migliaia di ciclisti che giornalmente percorrono quella parte della città».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessandro Giungi (@alessandrogiungi)

«Spesso – racconta –  proprio studenti giovanissimi con i loro genitori, diretti nelle 2 scuole primarie, nella scuola media e nel liceo che si trovano di fianco al ponte della Ghisolfa. Mi è stato risposto che a breve il progetto verrà presentato nei 2 Municipi interessati: l’8 e il 9. Anche la terribile morte della giovane donna travolta in bici vicino a piazzale Loreto ci impone di pensare alla sicurezza di chi usa la bici come ad una assoluta priorità», conclude infine.

Dunque, al momento, la data precisa di inizio del lavoro non c’è ma sembra comunque che qualche passo in più rispetto ai mesi scorsi sia stato fatto, complice la triste tragedia che ha colpito Milano nei giorni scorsi. Secondo il consigliere, ma anche secondo i cittadini stessi, è ora di dire basta a questo genere di morti per strada. I ciclisti vanno tutelati. E non c’è modo migliore per farlo che creare aree destinata alla loro solo circolazione. La pista ciclabile sul ponte della Ghisolfa potrebbe essere un buon segnale.

 

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...