9.4 C
Milano
25. 04. 2024 02:34

Liste d’attesa e licei più ambiti, si chiudono così le iscrizioni al nuovo anno scolastico

I liceali milanesi viaggiano dalle certezze, come la preferenza per i licei scientifici, ai desideri post-diploma, come la voglia di fuggire all’estero

Più letti

Si sono chiuse lunedì le iscrizioni per l’anno scolastico 2023-2024. In Lombardia i licei continuano a farla da padrone, in particolare lo scientifico “tradizionale”, scelto dal 12.6% degli studenti, e l’opzione scienze applicate (10,2%). Segue il linguistico, mentre il classico si ferma in settima posizione. Per quanto riguarda gli istituti tecnici, la prima scelta va all’indirizzo tecnologico (22,5%), mentre gli istituti professionali si fermano al 12,3%.

Iscrizioni anno scolastico 2023-2024: tra sondaggi post-diploma e i licei più richiesti

In alcuni istituti milanesi dopo la chiusura delle iscrizioni per il nuovo anno scolastico si stanno già delineando criticità con lunghe liste d’attesa. Al Liceo Tenca restano fuori un centinaio di iscritti, mentre allo scientifico Moreschi rimarrebbero esclusi 76 studenti. Quest’anno vanno forte le sezioni a indirizzo sportivo (tutto pieno al Torricelli e al Lagrange), quelle di scienze umane (al completo le classi dell’Agnesi destinate a questa offerta formativa, così come al Pareto) e il liceo economico sociale (LES).

E dopo il diploma? L’istituto paritario Freud ha chiesto ai suoi 950 studenti di esprimersi su come vedono il loro futuro. Solo il 41,5% dei ragazzi pensa di trovare rapidamente un’occupazione dopo il diploma, con il 62,9% che crede che il compenso non sarà all’altezza. Inoltre il 72,7% pensa di non essere abbastanza tutelato da leggi e contratti di lavoro. L’81% pensa a un trasferimento all’estero: «Un insufficiente investimento e impiego nell’istruzione e nel post diploma implica la fuga in altri Paesi», ha sottolineato Daniele Nappo, direttore del Freud.

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...