2 C
Milano
20. 01. 2021 07:15

Pronto il nuovo Dpcm: stop all’asporto dai bar

Ufficiale la nuova stretta sui locali: domani è il giorno del nuovo "colore"

Più letti

Martina Luoni, la “Milanese del 2020”, si racconta: «Sto provando a vincere il buio»

«Buongiorno a tutti, per chi non mi conoscesse sono Martina, ho 26 anni e tre anni fa mi è...

Bollettino regionale, meno di 1.000 contagi in Lombardia: Milano, +139

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 930, di cui 73 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Il declassato Gallera torna in consiglio: «Sto recuperando le mie energie psico-fisiche»

Gallera torna in consiglio regionale per la prima volta nel 2021 e lo fa da semplice consigliere. Tra gli...

In attesa di scoprire in quale fascia di rischio finirà la Lombardia dalla prossima settimana, una certezza arriva dal nuovo Dpcm che entrerà in vigore da dopodomani, sabato 16 gennaio. Il decreto, già illustrato dal ministro della Salute, Roberto Speranza, alle Camere, conterrà alcune novità come il divieto di spostamento anche tra Regioni in zona gialla e lo stop all’asporto dopo le 18.00 dai bar.

C’è, però, anche la novità della riapertura dei musei per i territori a rischio più basso (zona gialla). E ancora: nel nuovo Dpcm sarà confermata l’indicazione a poter ricevere a casa massimo due persone non conviventi come già avvenuto durante le vacanze di Natale.

stop asporto bar

Coprifuoco. Per il resto sarà confermato il coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00 e, ovviamente, l’uso della mascherina obbligatoria all’aperto e al chiuso, così come il distanziamento.

Sci. Non ci sono buone notizie per gli appassionati di sci, visto che la riapertura degli impianti slitta ancora oltre la data che era stata inizialmente fissata al 18 gennaio. Era stato il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, ad anticipare la possibilità di far slittare la ripresa «anche perché non possiamo farlo in quelle aree dove invece sono chiuse le scuole».

Zona bianca. Oltre alle aree rosse, arancioni e gialle «il Governo ha intenzione di prevedere anche una quarta area, bianca, solo con incidenza sotto i 50 casi ogni 100mila abitanti e Rt sotto a 1», fermo restando le misure delle mascherine e del distanziamento. Ma in questo momento è un miraggio per tutti i territori, lontani da quei parametri.

In breve

MIlano, all’asilo di via Massaua si battono i denti: condizioni inaccettabili per i genitori dei piccoli alunni

«Nella scuola di mio figlio c’erano appena 3 gradi: bambini e maestre dovevano indossare tutto il tempo sciarpa e...

Potrebbe interessarti