3.9 C
Milano
27. 01. 2023 11:58

Qualità della vita, che crollo per Milano! Passa dal secondo all’ottavo posto: la classifica

Il capoluogo lombardo resta comunque primo tra le città metropolitane

Più letti

Milano crolla nell’annuale classifica sulla qualità della vita stilata come di consueto dal Sole 24 Ore, passando dal secondo all’ottavo posto. Ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio è Bologna, seguita da Bolzano e Firenze. È la quinta volta in 33 anni che la provincia emiliana arriva prima nella qualità della vita dei suoi abitanti, migliorando di 5 posizioni rispetto all’anno scorso.

Qualità della vita, la top 10

L’edizione di quest’anno comprensibilmente dà anche ampio spazio alle ricadute sul territorio dei grandi shock avvenuti nel corso dell’anno: guerra in Ucraina, caro-energia e inflazione. In calo le città metropolitane, con Milano all’ottavo posto, Roma al trentunesimo e Torino al quarantesimo. Il capoluogo lombardo è comunque in migliore tra le grandi città, che scendono quasi tutte di alcune posizioni tranne Palermo (+7) e Cagliari (+2). La classifica vede Siena al quarto posto, poi Trento, Aosta e Trieste. Milano sta davanti a Parma e Pisa, che chiude la top 10.

duomo

Il meglio e il peggio di Milano

Nella classifica sulla qualità della vita, Milano risulta prima per «affari e lavoro», quarta per «ricchezza e consumi», 103esima per «giustizia e sicurezza», 39esima per «ambiente e servizi», settima per «demografia e società», quinta per «cultura e tempo libero». L’indicatore migliore per il capoluogo è il «prezzo medio di vendita delle case» (primo posto), con 5.200 euro al metro quadrato. L’indicatore peggiore è il «totale dei crimini denunciati»: 5.985 denunce ogni 100mila abitanti, 107esima posizione in Italia.

La classifica delle altre città lombarde

Per quanto riguarda il piazzamento delle altre città lombarde nella classifica sulla qualità della vita, al secondo posto si piazza Cremona (11esima), con un salto di ben 26 posizioni, poi Bergamo (14esima, +25) e Sondrio (15esima, +14). Seguono Brescia e Monza-Brianza al 22esimo e 23esimo posto, poi Lecco (32esima) e Como (33esima), Varese (43esima) e Lodi (49esima), Mantova (58esima) e Pavia (62esima).

I nuovi indicatori

I 90 indicatori statistici alla base dell’indagine sulla qualità della vita, di cui 40 aggiornati al 2022, presentano una serie di novità: due indicatori sull’inflazione; un pacchetto di indicatori su energia da fonti rinnovabili/riqualificazioni energetiche/consumi energetici; l’indice della partecipazione elettorale alle ultime elezioni politiche di settembre 2022; nove indici sintetici inclusi nell’indagine che aggregano più parametri (Qualità della vita di giovani, bambini e anziani, Qualità della vita delle donne, Ecosistema urbano, Indice della criminalità, Indice di sportività, Indice del clima, IcityRank sulle città digitali).

In breve

FantaMunicipio #17: così le rotonde diventano piazze

Cantieri sempre aperti a Milano dove molte rotonde cambieranno pelle. La notizia della settimana è l'avvio dei cantieri per...