san babila
san babila

La città di ieri e quella nella quale viviamo è ancora ancorata al concetto di periferia e il Piano Quartieri del Comune vuole essere la battaglia per andare oltre e dare valore alle singole zone con le loro caratteristiche intrinseche e la loro identità: in questo senso il progetto più atteso è la via del nord-est di Milano, un progetto di riqualificazione lungo 6 chilometri, che si estende da San Babila fino a via Padova.

Se per la realizzazione dell’intero progetto ci vorranno anni, ci sono 3 piani che invece partono subito per concludersi entro il 2021. Il primo riguarda corso Venezia con l’allargamento dei marciapiedi nel primo tratto, anche per convogliare il traffico pedonale dal centro verso fuori. Il secondo è in corso Buenos Aires, in particolare nel tratto delle corti di Baires, che vengono riqualificate.

L’obiettivo è di collocare oltre trenta piante in vaso, con un sistema modulare che, pian piano, potrà essere ampliato anche agli altri isolati. Con lo stesso modello si vuole intervenire anche in via Padova, all’altezza di parco Trotter, migliorando la qualità dei materiali e piantando alberi. Tre progetti, dunque, che vogliono essere l’antipasto della riqualificazione complessiva, che culminerà con l’ambizioso e necessario progetto di Loreto 2030.

Andrea Boschetti, fondatore di Metrogramma e Federico Parolotto, Senior Partner di Mobility In Chain hanno riposto la filosofia alla base del loro progetto nei concetti di connessione ed ospitalità: «Il nodo di Loreto non offre continuità. C’è bisogno di cambiare il design dei servizi, il verde prima di tutto. La piazza deve tornare ad essere il luogo della condivisione, dell’incontro tra persone».

Il Presidente di Municipio 3, Caterina Antola, si è detta entusiasta dei progetti, in particolare della gestione dello spazio vuoto accanto all’ATS di via Doria, che verrà occupato da un nuovo Ostello Bello, vincitore di un bando internazionale per la riqualificazione di aree urbane. Il progetto è risultato essere il migliore secondo criteri ambientali e renderà più giovane e vitale una zona che, ad oggi, rimane una grande sfida per il Municipio 3.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/